Bando unico per l’attribuzione dei benefici regionali a.a. 2022/2023

Domande online per alloggi, borse di studio e altri sostegni per il diritto allo studio

Bando unico 2022-23

È stato pubblicato dall’Agenzia regionale per il diritto allo studio (ARDiS FVG) il Bando Unico per il Diritto allo studio universitario per l’a.a. 2022-23, che dispone le modalità di presentazione delle domande per l’assegnazione di alloggi, borse di studio e degli altri sostegni per il diritto allo studio gestiti da ARDiS.

Il bando riguarda gli studenti delle Università e dei Conservatori di Udine e di Trieste e l'Accademia di Belle Arti “Tiepolo” di Udine. Per gli studenti degli ITS verrà un bando apposito.

È possibile presentare domanda nella sezione SERVIZI ON LINE del sito cui si accede utilizzando lo SPID, Sistema pubblico di identità digitale necessario per poter presentare domanda. Gli studenti italiani o residenti in Italia potranno accedere al Bando Unico, oltre che con lo SPID, anche attraverso la CIE la Carta di Identità Elettronica. Per gli studenti comunitari è disponibile anche il sistema eIDAS.

Per presentare domanda gli studenti residenti in Italia aventi nucleo familiare, redditi e patrimoni in Italia dovranno dotarsi di ISEE specifico per le prestazioni agevolate per il diritto allo studio universitario (tramite sito Inps, sedi Inps o un qualsiasi CAF).

Gli studenti non residenti in Italia e non iscritti nel registro AIRE o con nucleo non residente in Italia e/o con redditi e patrimoni in Paesi diversi dall’Italia sono invece invitati a rivolgersi ad uno dei CAF CONVENZIONATI con Ardis, il cui elenco è pubblicato in questa pagina, per ottenere l’ISEE PARIFICATO.

ARDiS informa che quest’anno, il Bando Unico è stato inserito nel PNRR ed ha potuto giovarsi dei finanziamenti del piano NextGeneratio EU dell’Unione Europea. In virtù di ciò sono stati aumentati i limiti massimi degli indicatori di reddito per accedere ai benefici: l’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) per le prestazioni agevolate per il diritto allo studio universitario non deve superare il limite di 24.335,11 euro; mentre l’Indicatore della Situazione Patrimoniale Equivalente (ISPE= ISP/scala di equivalenza) non deve superare il limite di 52.902,43 euro.

Si informa inoltre che le borse di studio sono state incrementate con importi fino a 7.081,4 euro con e ulteriori incentivi per le studentesse iscritte alle lauree STEM. Si ricorda inoltre che gli idonei alla borsa di studio saranno esonerati dal pagamento delle tasse universitarie.