Mercoledì 3 aprile nell’aula G del polo scientifico dell’Ateneo

La figura dell’ingegnere nella gestione e automazione della produzione

Sette aziende a caccia di talenti si presentano a neolaureati e studenti in ingegneria dell’Università di Udine

Sette aziende di primaria importanza internazionale interverranno all’Università di Udine per illustrare a laureati e studenti di ingegneria dell’Università di Udine le prospettive professionali nel settore dell’automazione industriale. L’appuntamento è per mercoledì 3 aprile dalle 14, nell’aula G del polo scientifico dell’Ateneo (via delle Scienze 206, Udine). Interverranno i rappresentanti di ASEM, SMC Italia, Heidenhain, B&R Automazione Industriale, Wittenstein, Rittal, Schmersal. L’incontro, intitolato “Gestire e automatizzare la produzione: la figura dell’ingegnere”, è organizzato dal Dipartimento Politecnico di ingegneria e architettura e dall’Associazione nazionale italiana per l’automazione (ANIPLA).

In apertura i saluti del direttore del dipartimento, Marco Petti, e l’introduzione del coordinatore dell’incontro, Alessandro Gasparetto, docente di meccatronica e robotica; e del vicepresidente dell’Associazione nazionale italiana per l’automazione (Anipla), Carlo Marchisio. Seguirà la presentazione delle cinque aziende e il dibattito con studenti e neolaureati.

«Obiettivo dell’incontro – spiega Gasparetto – è contribuire all’efficiente valorizzazione delle potenzialità dei nostri giovani ingegneri specializzati, favorire la ricerca di neolaureati da assumere da parte delle aziende e far fare ai nostri ingegneri interessati al settore dell’automazione una scelta lavorativa appropriata».

Sullo stesso tema

Venerdì 10 Giugno

Undici argentini di origini friulane al corso “valori identitari e imprenditorialità”

Lunedì 13, alle 10, a Palazzo Florio, inaugurazione del percorso formativo su identità, lingua e cultura italiana e friulana, conoscenza culturale ed economica del territorio

Giovedì 9 Giugno

Vent’anni di Scienze dell’architettura a Udine: summer school dedicata a Palladio

Il 13 e 14 giugno focus con studiosi internazionali sulle nuove frontiere dell’architettura tra digitalizzazione, realtà virtuale e aumentata. Quest’anno il corso ha aumentato gli immatricolati del 36%