giovedì 21
ore 17:30

DPCM. Decontestualizzare Paesaggi con Macchina Fotografica Vernissage virtuale

Che cosa succede alla fotografia di paesaggio nell’epoca del Coronavirus, quando il fotografo non può essere un viaggiatore, quando l’immobilità della visione è condizionata dall’impossibilità di spostarsi fisicamente, quando la geografia locale è circoscritta allo spazio quotidiano che viviamo e in cui viviamo tutti i giorni?
Attraverso una galleria fotografica virtuale che raccoglie differenti punti di vista sulla vita in lockdown, la mostra DPCM. Decontestualizzare Paesaggi con Macchina Fotografica accompagna lo spettatore in un viaggio attraverso paesaggi privati, concettuali, metaforici, creativi dietro i quali si celano i sentimenti di questa eccezionale condizione dell’esistenza, mostrando come la fotografia sia in grado di reinterpretare e se necessario reinventare l’idea di spazio e paesaggio e quindi di raccontare storie sempre nuove.
L'iniziativa è stata curata da Caterina Martino, che ha raccolto i contributi delle studentesse e degli studenti del corso di "Storia e tecnica della fotografia", e verrà presentata giovedì 21 gennaio (ore 17.30) nel corso di un evento online cui interverranno anche i curatori della mostra Chiara Brandolin, Matteo De Sabbata e Marco Mininel, nonché Miriam Cechet e Lorenzo Dell'Agnese, in rappresentanza degli studenti partecipanti.
Sarà possibile assistervi collegandosi a Teams oppure seguendo la diretta dalla pagina Facebook del DAMS.

Quando

  • 21/01/2021 ore 17:30

Organizzato da

Dipartimento di Studi umanistici e del patrimonio culturale

Contatti

Caterina Martino, Università di Udine
email: caterina.martino@uniud.it

Dove

Piattaforma Miscrosoft Teams

Condividi

giovedì 28
dalle 09:00 alle 17:00

La puissance de la tyrannie