Didattica interattiva in aula e in e-learning su identità,
innovazione, italiano, friulano, internet

12 laureati argentini e brasiliani al corso di perfezionamento per discendenti di emigrati friulani in Sudamerica

Inaugurata la IV edizione del corso “Valori identitari e imprenditorialità”

Identità, imprenditorialità, italiano, friulano, internet. Sono i temi chiave della quarta edizione del corso di perfezionamento “Valori identitari e imprenditorialità” rivolto a 12 laureati tra i 23 e i 35 anni, discendenti di emigranti friulani in Sudamerica, inaugurato oggi all’Università di Udine. Scopo dell’iniziativa formativa è quello di favorire e consolidare l’impulso identitario, sviluppando una cultura aperta all’innovazione, alla lingua italiana e friulana per “costruire” un know how spendibile al ritorno nel Paese di provenienza.

All’apertura ufficiale delle attività, organizzate dall’Ateneo in collaborazione con l’Ente Friuli nel Mondo, erano presenti i corsisti selezionati, 9 argentini e 3 brasiliani. Si tratta degli argentini Melisa Gisel Armando, Sofia Anabela Basso, Marcos Ezequel Bertini, Alfonso Abel Brollo, Josè Bortolotti, Marcos David Forgiarini, Carla Palmano, Lelia Paulin, Maria Victoria Reyna e dei brasiliani Cristiane Fracari Bosi, Everton Filippetto Dall’Asta e Carla Angelica Londero Lazzari. 

Il rettore Cristiana Compagno, a cui è stato simbolicamente dedicato il corso che ha sostenuto fin dalla sua nascita, ha dato il benvenuto a nome di tutta la comunità universitaria ai 12 corsisti. Spiegando come questa iniziativa evidenzia le azioni e la strategia di internazionalizzazione dell’Ateneo, il rettore ha sottolineato «l’unicità dell’iniziativa formativa che punta alla riscoperta e alla valorizzazione dei valori identitari della cultura di origine dei partecipanti, grazie a contenuti e modalità innovativi della didattica uniti a uno stretto legame con il territorio e la sua imprenditorialità innovativa, con i tirocini aziendali».

Gianni Torrenti, assessore regionale all’Istruzione, Università e Ricerca, ha incoraggiato i corsisti a «comprendere e approfondire il modello culturale e imprenditoriale della loro terra d’origine, facendo sì che il Friuli Venezia Giulia diventi per loro un punto di riferimento permanente, anche nella vita lavorativa oltre che nell’esperienza studentesca».

Il presidente dell’Ente Friuli nel Mondo Pietro Pittaro ha detto che «grazie a questo corso Università ed Ente Friuli nel Mondo puntano a mantenere saldi i rapporti del Friuli verso i friulani di seconda, terza e quarta generazione, ma anche ad aprire possibilità per futuri rapporti culturali ed economici reciproci».

Il benvenuto della città di Udine è stato dato dal sindaco Furio Honsell, che ha spronato i corsisti ad essere «cittadini del mondo, grazie anche al contributo fondamentale dato dagli emigranti friulani a creare l’identità stessa del Friuli, fatta soprattutto di innovazione e professionalità».

«La qualità del corso – spiegano Raffaella Bombi e Vincenzo Orioles, rispettivamente direttore del corso e responsabile udinese del progetto di ricerca nazionale Firb che ha dato vita all’iniziativa –, garantita dai docenti e studiosi che insegnano dall’Ateneo avvalendosi delle nuove tecnologie per la formazione a distanza, permette una didattica interattiva, totalizzante e reale».

Alla cerimonia di inaugurazione hanno partecipato anche il direttore dell’Associazione piccole e medie industrie di Udine Lucia Piu; il direttore Assocoop Udine Flavio Sialino; il direttore del Servizio diritto allo studio dell’Erdisu di Udine Aldo Roberto Mazzolini; il presidente della Società filologica friulana Federico Vicario; il direttore dell’Agenzia Turismo FVG Edi Sommariva; il coordinatore regionale della Accademia italiana della cucina Renzo Mattioni e i sindaci dei paesi friulani di provenienza dei corsisti.

Sullo stesso tema

Venerdì 10 Giugno

Undici argentini di origini friulane al corso “valori identitari e imprenditorialità”

Lunedì 13, alle 10, a Palazzo Florio, inaugurazione del percorso formativo su identità, lingua e cultura italiana e friulana, conoscenza culturale ed economica del territorio

Martedì 1 Febbraio

Comunità migratorie, lingue, identità: la valorizzazione della lingua e cultura friulana e italiana nel mondo

Convegno in modalità mista il 3 e 4 febbraio a Palazzo Florio a Udine

Martedì 13 Luglio

Riprendono le attività scientifiche e didattiche del progetto “Valori identitari e imprenditorialità”

Per i discendenti di emigrati friulani in Argentina e Brasile