Al via venerdì 23 febbraio la due giorni al Polo dei Rizzi di Udine

“Student Day": apre l'edizione 2018 del salone dell'orientamento. Oltre 5.000 adesioni

Presentazione di servizi, laboratori ed offerta formativa dell’Ateneo. Previsto anche uno spazio dedicato alle famiglie per rispondere a dubbi e domande

Si apre domani, venerdì 23 febbraio, alle 9 nell’aula A del polo scientifico dei Rizzi in via delle Scienze 206 a Udine l’edizione 2018 dello “Student Day”, l’appuntamento più importante dedicato alle future matricole dell’Università del Friuli. L’iniziativa registra ad oggi 3.123 adesioni attraverso le scuole e 1.510 adesioni di studenti singoli. Al “Lab Time” si sono iscritti 253 partecipanti, 252 alle simulazioni dei test per l’ammissione ai corsi a numero programmato. Alle attività rivolte specificatamente alle famiglie le iscrizioni sono 50. Complessivamente, dunque, lo “Student Day” 2018 conta oltre 5 mila adesioni alle attività proposte.

Un’occasione importante per entrare in contatto con la realtà universitaria e conoscerne servizi, opportunità e prospettive nel corso di due giornate di orientamento e tutorato, dedicate agli studenti delle scuole superiori, alle loro famiglie e a tutti coloro i quali sono interessati ad immatricolarsi all'Università di Udine. Si potrà conoscere l’offerta formativa dell’Ateneo, oltre che visitare il polo dei Rizzi, una delle principali sedi dell'Università, nonché gli stand allestiti per illustrare i vari aspetti della vita universitaria e giovanile a Udine.

All’inaugurazione dello Student Day sono previsti gli interventi del rettore Alberto De Toni, della delegata ai Servizi di orientamento e tutorato, Laura Rizzi e dei rappresentanti degli studenti. Nel corso dello Student Day, oltre ad assistere alla presentazione dei corsi di studio dell’Ateneo e conoscerne i tutor, si potrà partecipare ai laboratori “LabTime” organizzati per far approfondire al meglio la realtà universitaria.

Venerdì 23 febbraio
, le presentazioni dei corsi di studio si terranno con il seguente calendario: dalle 9 alle 9.45 professioni sanitarie (aula I) e medicina e chirurgia (aula L); dalle 10 alle 10.45 ingegneria elettronica, gestionale e meccanica (aula A), scienze matematiche, informatiche e multimediali (aula B), agraria (aula C); biotecnologie (aula D), economia (aula E), giurisprudenza (aula F), lettere e beni culturali (aula G), lingue e letterature straniere (aula H), comunicazione (aula I), professioni sanitarie (aula L). Dalle 11 alle 11.45 sarà il turno di ingegneria civile e scienze dell’architettura (aula A), scienze matematiche, informatiche e multimediali (aula B), agraria (aula C), scienze motorie (aula D), economia (aula E), giurisprudenza (aula F), lettere e beni culturali (aula G), lingue e letterature straniere (aula H), formazione (aula I), medicina e chirurgia (aula L).

Dalle 11.45 “Lab time”, con prove pratiche di laboratorio e visita agli stand. Solo venerdì 23 febbraio alle 14 appuntamento con le simulazioni dei test di accesso ai corsi di studio a numero programmato. Alle 17 l’incontro di orientamento dedicato alle famiglie.

Sabato 24 febbraio
l’apertura dello Student Day si terrà in aula A alle 9, con gli interventi della delegata del rettore per l’orientamento Laura Rizzi e di laureati Uniud che, dopo la laurea all’Ateneo friulano, hanno intrapreso carriere di prestigio nel mondo lavorativo.

Sia venerdì che sabato, alle 10.30 e alle 11.30
nell’aula M, si terranno gli incontri “Università: istruzioni per l’uso”, ovvero brevi illustrazioni dei servizi offerti agli studenti e indicazioni pratiche su ciò che caratterizza l’esperienza universitaria.

Sullo stesso tema

Venerdì 10 Giugno

Undici argentini di origini friulane al corso “valori identitari e imprenditorialità”

Lunedì 13, alle 10, a Palazzo Florio, inaugurazione del percorso formativo su identità, lingua e cultura italiana e friulana, conoscenza culturale ed economica del territorio

Giovedì 9 Giugno

Vent’anni di Scienze dell’architettura a Udine: summer school dedicata a Palladio

Il 13 e 14 giugno focus con studiosi internazionali sulle nuove frontiere dell’architettura tra digitalizzazione, realtà virtuale e aumentata. Quest’anno il corso ha aumentato gli immatricolati del 36%