In collaborazione con Ente Friuli nel Mondo e Regione Friuli Venezia Giulia

Comunità migratorie, lingue, identità: la valorizzazione della lingua e cultura friulana e italiana nel mondo

Convegno in modalità mista il 3 e 4 febbraio a Palazzo Florio a Udine

Fare il punto sul ruolo dei corregionali all’estero per la valorizzazione della lingua e della cultura friulana e italiana nel mondo. È l’obiettivo del convegno internazionale “Comunità migratorie, lingue, identità. Valori identitari e imprenditorialità: un progetto per i corregionali nel mondo” che si terrà all’Università di Udine giovedì 3 (dalle 15) e venerdì 4 febbraio (dalle 9. 15) nella sala Florio di Palazzo Florio (Udine, vicolo Florio 2). L’appuntamento si svolgerà in modalità mista, in presenza e in remoto. 

I lavori si apriranno con i saluti del rettore, Roberto Pinton; dell’assessore alle autonomie locali, sicurezza e politiche dell’immigrazione della Regione Friuli Venezia Giulia, Pierpaolo Roberti; del presidente dell’Ente Friuli nel Mondo, Loris Basso, e della direttrice del Dipartimento di Studi umanistici e del patrimonio culturale (Dium), Linda Borean.

Seguiranno gli interventi dei relatori: Massimo Vedovelli (già rettore dell’Università per Stranieri di Siena), Barbara Turchetta (Università di Bergamo), Patrizia Cordin (Università di Trento), Carmela Perta (Università di Chieti-Pescara), Ernesto Liesch (Università di Udine), Franco Finco e Luca Melchior (Università di Klagenfurt), Vincenzo Orioles, Francesco Costantini, Francesco Zuin, Diego Sidraschi (Università di Udine). 

«Dopo la forzata sospensione per l’emergenza sanitaria delle ultime due edizioni del corso di perfezionamento Valori identitari e imprenditorialità rivolto ai discendenti di emigrati friulani in Sud America, organizzato dall’Ateneo in collaborazione con l’Ente Friuli nel Mondo e la Regione Friuli Venezia Giulia – spiega la direttrice del corso, Raffaella Bombi, del Dipartimento di Studi umanistici e del patrimonio culturale –, anche nel 2021 le attività scientifiche e formative sono state rimodulate, in maniera tale che il progetto possa continuare in una diversa configurazione». 

Il convegno vuole fare il punto sul ruolo dei corregionali all’estero per la valorizzazione della lingua e cultura friulana e italiana nel mondo. L’obiettivo è mettere a confronto analoghe esperienze di studiosi provenienti dalla Sardegna, dal Trentino, dall’Abruzzo, aree caratterizzate da situazioni di plurilinguismo analoghe a quella del Friuli Venezia Giulia. 

«Il corso Valori identitari e imprenditorialità, unico nel suo genere – osserva Bombi –, mantiene saldo il contatto con i corregionali dell’Argentina e del Brasile attraverso un progetto didattico con ricadute nel campo della ricerca sulla valorizzazione e riattivazione delle lingue nelle comunità di corregionali nel mondo». 

Inoltre, l’anno scorso è stato organizzato, a integrazione e arricchimento delle attività del 2020, un progetto ‘ponte’ denominato “Materiali didattici online per il corso di perfezionamento Valori identitari e imprenditorialità”. Si tratta di un lavoro di collegamento tra le prime 10 annualità del corso (dall’anno accademico 2009/10 al 2018/19) e la prossima edizione prevista per giugno-luglio 2022. I risultati verranno presentati nel corso del convegno, giovedì 3 febbraio alle 18. 

Il progetto ha visto la produzione e il riversamento sulla piattaforma online di una serie organica di materiali didattici in e-learning audio-video con esercizi online di autovalutazione su argomenti trattati dai docenti del corso. I materiali online verranno resi disponibili in formato aperto a quanti saranno interessati al progetto orientato allo studio e alla valorizzazione della lingua e cultura italiana e friulana. Si potranno trovare sul sito e sono stati organizzati da Gerardo Fallani, in qualità di instructional designer con competenze in e-learning, e da Marco Rossitti, cui si devono le interviste e i video didattici dei docenti.  

Il progetto è diretto da Raffaella Bombi con il supporto didattico-scientifico del gruppo di lavoro formato da Francesco Costantini, Anna Pia De Luca, Simonetta Minguzzi, Tiziana Quadrio, Marco Rossitti e Francesco Zuin.

Sullo stesso tema

Venerdì 10 Giugno

Undici argentini di origini friulane al corso “valori identitari e imprenditorialità”

Lunedì 13, alle 10, a Palazzo Florio, inaugurazione del percorso formativo su identità, lingua e cultura italiana e friulana, conoscenza culturale ed economica del territorio

Martedì 13 Luglio

Riprendono le attività scientifiche e didattiche del progetto “Valori identitari e imprenditorialità”

Per i discendenti di emigrati friulani in Argentina e Brasile

Mercoledì 4 Dicembre

Dieci anni del corso “Valori identitari e imprenditorialità”: attualità di un progetto

Convegno internazionale organizzato dai linguisti del Dipartimento di Studi umanistici e del patrimonio culturale dell’Ateneo