Iniziativa organizzata dal Dipartimento di lingue e letterature straniere

Gli italiani nel cinema canadese di lingua francese

Dal 6 ottobre al 4 novembre conferenze, film e cortometraggi sulla vita degli italiani nella provincia del Québec dal 1960 a oggi

La presenza italiana nel cinema canadese di lingua francese sarà il filo conduttore di un ciclo di 10 conferenze, accompagnate da proiezioni di film e cortometraggi, in programma all’Università di Udine dal 6 ottobre al 6 novembre. A spiegare i diversi modi in cui gli italiani sono stati raffigurati o si sono autoraffigurati nel cinema canadese dagli anni Sessanta del ‘900 ai giorni nostri sarà Filippo Salvatore, dell’Università Concordia di Montreal, ora visiting professor al Dipartimento di lingue e letterature straniere dell’Ateneo friulano. L’iniziativa, intitolata “Présence italienne dans le cinéma du Québec“ (La presenza italiana nel cinema del Québec), si terrà interamente in francese. La rassegna di film e cortometraggi analizzerà, in particolare, l’opera di due registi di origine italiana: Paul Tana, che coniuga l’eredità del neorealismo italiano al filone quebecchese della docu-fiction, e Anita Aloisio, esponente della nouvelle vague del cinema migrante. Entrambi parteciperanno dall’8 al 10 ottobre al convegno internazionale “Ascoltami con gli occhi. Scritture migranti e cinema nelle Americhe”, organizzato dall’Ateneo friulano.

Gli incontri si terranno tutti nell’aula del Dipartimento, in via Mantica 3 a Udine. I primi due – lunedì 6, dalle 12 alle 14, e martedì 7 ottobre, dalle 10 alle 12 – si concentreranno su “La figura e l’opera cinematografica del regista Paul Tana, dalla “Serie Planètes” a Caffé Italia”, con anche la proiezione dei due principali lungometraggi del regista, La Sarrasine e La déroute.

Il resto del programma prevede: il 13 (12-14) e 14 ottobre (10-12) si parlerà della condizione della donna nella comunità italiana di Montreal nei film Straniera come donna di Anita Aloisio e Ho fatto il mio coraggio di Gianni Princigalli.

Il 20 (12-14) e 21 ottobre (10-12), invece, il tema della lezione-proiezione sarà “Révolution Tranquille, nazionalismo, questione della lingua ed i due referenda sulla sovranità del Québec nel 1980 e nel 1995: gli italiani, protagonisti, loro malgrado in Les Enfants de la Loi 101 di Anita Aloisio”.

Il 27 (12-14) e 28 ottobre (10-12) sarà la volta di due ritratti della comunità italiana di Montreal negli anni 1960: Dimanche D’Amérique e Notes sur une Minorité.

Infine, il 3 (12-14) e 4 novembre (10-12), sarà proiettato Enigmatico di Patricia Fogliato, dove gli artisti italo-canadesi di Toronto e di Montreal riflettono sulla loro appartenenza.

«Questa iniziativa – spiega la coordinatrice scientifica, Alessandra Ferraro – è un’occasione unica per scoprire, guidati da Filippo Salvatore, docente di Letteratura italiana nell’università più multietnica del Québec, un filone cinematografico di estremo interesse per gli esiti narrativi ed estetici raggiunti da questi creatori italiani fuori d’Italia».

Sullo stesso tema

Domenica 1 Maggio

La poesia del giovane Thomas Bernhard

Conferenza mercoledì 4 maggio, alle 17.45, a Palazzo Antonini a Udine

Lunedì 4 Aprile

"La speranza più grande" di Ilse Aichinger

Appuntamento mercoledì 6 aprile, alle 17.45, a Palazzo Antonini

Lunedì 28 Marzo

La sfida di tradurre il teatro di Thomas Bernhard

Conferenza di Alice Gardoncini mercoledì 30 marzo, alle 17.45, a Palazzo Antonini a Udine