Martedì 19 dicembre nel polo scientifico dei Rizzi

Il dialogo fra architettura antica e contemporanea: il Fondaco dei Tedeschi

Aspetti e problematiche di restauro, impiantistiche e strutturali

Il progetto di restauro del Fondaco dei Tedeschi, l’antico palazzo veneziano adiacente al Ponte di Rialto, come esempio di dialogo fra architettura antica e contemporanea. Sarà il tema del seminario “Dialogo tra architettura antica e contemporanea: il Fondaco dei Tedeschi a Venezia”, aperto a tutti gli interessati, organizzato dal dipartimento Politecnico di ingegneria e architettura dell’Università di Udine, martedì 19 dicembre alle 10.30 nell’aula A del polo scientifico dei Rizzi, in via delle Scienze 206 a Udine.

Con l’architetto Renata Codello, direttrice del Segretariato generale del Veneto del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo (MiBACT), e l’ingegner Gianni Breda, progettista strutturale esecutivo/costruttivo della Wein’s Venice srl, saranno discussi gli aspetti riguardanti il restauro e i diversi problemi impiantistici e tecnici che un cantiere di questo genere pone. Porterà i saluti il coordinatore dei corsi di studio in architettura, Giovanni Tubaro.

Il seminario è a cura di Livio Petriccione, nell’ambito del corso di studi in architettura e, in particolare, dei Laboratori integrato di Progettazione architettonica 1 (tenuto da Christina Conti, Giovanni La Varra ed Elena Olivo) e di Architettura sostenibile (tenuto da gaia Bollini, Alessandra De Angelis e Vittorio Foramitti) e del corso in Architettura tecnica – Elementi di storia dell’architettura (tenuto da Francesco Chinellato e Stefano Zagnoni).
 

Sullo stesso tema

Venerdì 10 Giugno

Undici argentini di origini friulane al corso “valori identitari e imprenditorialità”

Lunedì 13, alle 10, a Palazzo Florio, inaugurazione del percorso formativo su identità, lingua e cultura italiana e friulana, conoscenza culturale ed economica del territorio

Giovedì 9 Giugno

Vent’anni di Scienze dell’architettura a Udine: summer school dedicata a Palladio

Il 13 e 14 giugno focus con studiosi internazionali sulle nuove frontiere dell’architettura tra digitalizzazione, realtà virtuale e aumentata. Quest’anno il corso ha aumentato gli immatricolati del 36%