Appuntamento venerdì 26 gennaio a Tolmezzo

La montagna friulana di fronte alle sfide demografiche: "Cantiere Friuli" fa il punto

Seminario aperto a tutti gli interessati nell’ambito delle attività dell’"Officina demografia e territorio"

La montagna friulana di fronte alle sfide demografiche” sarà il tema al centro del seminario organizzato dall’“Officina demografia e territorio” del progetto “Cantiere Friuli. L’Università che ri-costruisce” dell’Ateneo di Udine. Aperto a tutti gli interessati, l’appuntamento è per venerdì 26 gennaio alle 15 nella sala conferenze dell’Unione territoriale intercomunale (Uti) della Carnia, in via Carnia libera 1944 n. 29 a Tolmezzo (Ud). Attraverso sei interventi di studiosi ed esperti, si farà il punto sulla situazione e i problemi della montagna friulana legati ai cambiamenti demografici, alla bassa natalità e all’invecchiamento della popolazione.

Dopo i saluti di Francesco Brollo, presidente dell’Uti della Carnia, Alberto De Toni, rettore dell’Università di Udine, Mauro Pascolini, coordinatore del progetto “Cantiere Friuli”, e Claudio Lorenzini, presidente della Fondazione Museo carnico delle Arti popolari ‘Michele Gortani’ di Tolmezzo, con l’introduzione di Andrea Guaran, docente di geografia dell’Università di Udine, si apriranno i lavori.

Alessio Fornasin, docente di demografia dell’ateneo di Udine, presenterà Aspetti demografici della montagna friulana: denatalità, invecchiamento, spopolamento, nuove migrazioni. Gian Pietro Zaccomer, docente di geografia economico-politica dell’ateneo friulano, parlerà di Una base socio-economica per lo studio delle realtà montane del Fvg. Roberto Costa, dell’Istat Friuli Venezia Giulia, proporrà Una lettura del pendolarismo quotidiano in Friuli Venezia Giulia nell’ultimo censimento. Manuela Mecchia e Tiziana D’Agaro, dirigenti scolastiche rispettivamente dell’Isis ‘Fermo Solari’ di Tolmezzo e dell’Istituto comprensivo di Tolmezzo, illustreranno La scuola della montagna friulana tra calo della natalità e trasformazioni del mercato del lavoro. Infine, Le prime indagini dell’Officina demografia e territorio saranno presentate dai tre coordinatori dell’Officina, Fornasin, Guaran e Zaccomer. Seguiranno il dibattito e le conclusioni.

Il seminario segna l’avvio del percorso dell’“Officina demografia e territorio”, i cui obiettivi, nell’ambito del progetto “Cantiere Friuli” sono: fornire una ricostruzione dei recenti sviluppi demografici del Friuli su base territoriale; studiare alcuni possibili percorsi di evoluzione futura della popolazione sulla base di un ventaglio di ipotesi; dare delle chiavi di lettura dei fenomeni demografici e proporre strumenti per eventuali riorganizzazioni territoriali in ambito scolastico, socio-sanitario, socio-assistenziale, economico, istituzionale.

Attraverso le sue sette “Officine”, strutture operative con uno specifico ambito di analisi e di intervento, il progetto “Cantiere Friuli” dell’Università di Udine intende proporsi al territorio come agenzia di sviluppo ed esempio di buone pratiche, attraverso la produzione di idee e progetti per il Friuli - decisori, attori politici e popolazione -, in una prospettiva di ri-costruzione, sulla scia dell’esemplare stagione della ricostruzione seguita al tragico terremoto del 1976, da cui la stessa Università friulana ebbe origine.

Sullo stesso tema

Lunedì 18 Luglio

Cantiere Friuli, il bilancio delle attività 2017-2021 per una rinascita partecipata del territorio

Dalle proposte per una città e una regione più “smart” e inclusiva alle idee per rigenerare il territorio; dalle analisi su nuova imprenditorialità, sistemi digitali e sviluppo della montagna, a partenariati progettuali

Sabato 28 Maggio

Demolire o rivalorizzare? La Dolomiti Mountain School indaga la rigenerazione dei paesaggi montani

Il primo appuntamento si è svolto a Forni di Sopra

Martedì 24 Maggio

Parte la Dolomiti Mountain School: al centro la rigenerazione di architetture e paesaggi

Venerdì 27, dalle 9.30, alla Ciasa dai Fornés di Forni di Sopra