Inaugurati oggi lavori per circa 30 mila euro interamente finanziati dall’Università

Nuova aula studi, auditorium e spazi riqualificati per il Dipartimento di chimica, fisica e ambiente

Strutture rinnovate per la comunità universitaria e arricchiti i servizi a supporto della didattica e della ricerca nel complesso dell’ex Cotonificio a Udine

Una nuova aula studi di 35 posti, un riqualificato auditorium di 80 posti e un riassetto strutturale e logistico con nuovi uffici e spazi a supporto della didattica e della ricerca. Sono i nuovi servizi a disposizione di studenti e docenti dell’Università di Udine frutto dell’opera di riqualificazione della sede del Dipartimento di chimica, fisica e ambiente, nel comprensorio dell’ex Cotonificio Udinese (via del Cotonificio 108), compreso nel polo scientifico dell’Ateneo.

La nuova aula studi, al primo piano dell’edificio, è aperta dalle 8 alle 18.30, da lunedì a venerdì. Ma la ristrutturazione del complesso ha permesso anche di implementare le strutture a disposizione per i servizi di sostegno alle attività didattiche e di ricerca. In particolare, sono stati realizzati quattro uffici, un archivio e tre sale: una per le riunioni, una a disposizione di dottorandi e collaboratori e una polifunzionale per la logistica. Completa l’intervento la ridestinazione della storica torre del vecchio Cotonificio, che è stata riqualificata e si avvia a divenire un’area di servizio dipartimentale.

Gli interventi sono costati circa 30 mila euro, interamente finanziati dall’Ateneo in un’ottica di razionale e ottimale impiego delle strutture. I lavori si sono svolti con il coordinamento e la collaborazione dell’Area edilizia e logistica e dei Servizi integrati di prevenzione e protezione dell’università.

I nuovi spazi sono stati inaugurati oggi dal rettore, Alberto Felice De Toni, assieme, fra gli altri, al direttore del dipartimento, Alessandro Trovarelli; ai delegati dell’ateneo, Marco Petti, Fabiana Fusco e Roberto Pinton, e al direttore generale, Massimo Di Silverio.

«Questi importanti, nuovi e riqualificati spazi e servizi che mettiamo a disposizione di studenti, docenti e personale – ha sottolineato De Toni – sono frutto di un investimento oculato e lungimirante fatto dall’Ateneo con risorse proprie nonostante il cronico sottofinanziamento pubblico, e testimoniano l’attenzione e l’impegno costante dell’Università di Udine per mettere a disposizione ambienti di studio e di ricerca di qualità per i suoi giovani, la comunità universitaria e il territorio».

«Completata la riqualificazione dei laboratori inaugurati lo scorso anno – ha spiegato il direttore del dipartimento, Alessandro Trovarelli –, e sentite le esigenza degli studenti, a tempo di record siamo riusciti, con l'intervento dell'Area edilizia e logistica, a riqualificare gli spazi della ex biblioteca; questo permetterà agli studenti che gravitano nei laboratori delle aree dell’ex Cotonificio, e non solo, di avere una postazione studio. Un grazie particolare al coordinatore della sezione di Chimica, Paolo Strazzolini, che ha costantemente seguito lo sviluppo dei lavori».

Sullo stesso tema

Martedì 21 Settembre

Chimica per l’ingegneria: Matteo Busato premiato per la migliore tesi di dottorato

Per uno studio sull’uso di liquidi ionici come alternativa più sicura ed ecologica ai tradizionali solventi organici

Venerdì 27 Agosto

Chimica: riconoscimento nazionale a giovane studiosa dell'Ateneo friulano

Maila Danielis ha vinto, ex aequo, il Premio Mauro Graziani con una ricerca, in collaborazione con la Ford, sui catalizzatori ecologici per veicoli a gas naturale

Martedì 16 Marzo

Ulteriori misure di sostegno per studenti in difficoltà a causa dell’emergenza Covid-19

Presentazione delle domande da giovedì 18 marzo a giovedì 8 aprile