Assegnato dall’Accademia delle Scienze di Torino

Premio internazionale “Modesto Panetti – Carlo Ferrari” ad Alfredo Soldati

Prestigioso riconoscimento destinato a scienziati che si siano distinti nell’ultimo decennio nel campo della meccanica applicata

Alfredo Soldati

L’Accademia delle Scienze di Torino ha assegnato il Premio internazionale “Modesto Panetti e Carlo Ferrari” per la meccanica applicata ad Alfredo Soldati, professore di fluidodinamica del Dipartimento Politecnico di ingegneria e architettura all’Università di Udine e da due anni titolare della cattedra di Fluidodinamica alla Technische Universität di Vienna. Il Premio, del valore di 10 mila euro, è destinato a scienziati che si siano distinti nell’ultimo decennio nel campo della meccanica applicata. Soldati è il decimo fra i professori di prestigio internazionale che hanno finora ricevuto il Premio, terzo fra gli scienziati italiani e secondo fra i professori operanti in un’università italiana.

 
La Commissione del Premio ha riconosciuto ad Alfredo Soldati «una vasta produzione di alto livello riconosciuta internazionalmente. Sono stati evidenziati di particolare rilievo – si legge nella motivazione - i suoi contributi scientifici alla Meccanica dei fluidi, in particolare sui flussi turbolenti multifasici. Queste tematiche hanno avuto ampia risonanza internazionale e gli hanno valso il conferimento, per la prima volta a un italiano, del Robert T. Knapp Award attribuitogli dall’American Society of Mechanical Engineers (Asme) nel 2007».
 
Il Premio, istituito nel 1998, è intitolato a Modesto Panetti, iniziatore delle discipline aeronautiche al Politecnico di Torino, e a Carlo Ferrari, fondatore del laboratorio di Aerodinamica di Torino, e viene assegnato ogni due anni, alternativamente a scienziati operanti nel settore della meccanica dei solidi e della meccanica dei fluidi. Il conferimento ad Alfredo Soldati avverrà il 12 novembre prossimo, in occasione dell’apertura dell’anno accademico 2018/19 dell’Accademia.
 
Alfredo Soldati, laureato in Ingegneria nucleare e dottore di ricerca in Ingegneria chimica all’Università di Pisa, dal 1993 è all’Università di Udine, dove dal 2007 è ordinario di fluidodinamica. A Udine ha creato il laboratorio di Fluidodinamica computazionale, modellato sulla base dell'esperienza maturata a inizio degli anni ‘90 presso il gruppo di Sanjoy Banerjee della University of California a Santa Barbara. Soldati è stato Guest Professor all’Ecòle Polytechnique de Lausanne (Svizzera), all’Institut Polytechnique de Toulouse (Francia) e alla Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa. È Fellow della American Physical Society, e Rettore eletto del Centro Internazionale di Scienze Meccaniche (CISM). E’ editor in chief della rivista International Journal of Multiphase Flow.

Sullo stesso tema

Mercoledì 6 Aprile

Migliorare e innovare i processi di produzione dell'industria lapidea italiana

Concluso il progetto di ricerca transnazionale coordinato dall’Ateneo di Udine con partner accademici, pubblici e industriali

Venerdì 14 Gennaio

Covid-19, distanziamento e droplet transmission con e senza mascherina

Pubblicato sul «Journal of the Royal Society Interface» lo studio del team internazionale di ricerca dell’Università di Padova, Udine, Vienna e Chalmers

Mercoledì 15 Dicembre

Infermieristica, una studentessa si aggiudica il premio in memoria di Ivana Cimolai

La borsa di studio, istituita dal Rotary Club Sacile Centenario e dall’Ateneo, è un tributo all’imprenditrice pordenonese scomparsa un anno fa