Martedì 15 marzo a palazzo Antonini in occasione della festa nazionale ungherese

Sándor Márai e il sapore amaro della libertà

Lo scrittore magiaro protagonista del film documentario
proiettato all’ateneo friulano

Martedì 15 marzo, in occasione della festa nazionale ungherese, l’università di Udine organizza la proiezione del film documentario “Sándor Márai e Napoli. Il sapore amaro della libertà”. L’opera, dedicata al periodo italiano dello scrittore magiaro Sándor Márai, sarà proiettata alle 17 nella sala Gusmani di palazzo Antonini, in via Petracco 8 a Udine. Saranno presenti il regista Gilberto Martinelli e il consulente letterario del film Roberto Ruspanti, professore di Letteratura ungherese all’ateneo friulano. L’evento è promosso dai magiaristi del dipartimento di Studi umanistici e dall’insegnamento di Storia dell’Europa orientale del dipartimento di Scienze umane.
 
Il film parla di un uomo che nella condizione di esiliato, privato della lingua come strumento di identità e di lavoro, è costretto a vivere in un Paese straniero e in una città, Napoli, che però farà di tutto per fargli dimenticare tale condizione. «Una città – spiega Ruspanti –, che Sándor Márai ha immortalato in alcune delle più belle pagine dei suoi “Diari” e del romanzo “Il sangue di San Gennaro”, un vero tributo alla città del Golfo».
 

Sándor Márai era giunto a Napoli nel 1948, poco prima della trasformazione dell’Ungheria democratica in uno Stato totalitario in seguito all'occupazione del Paese da parte dei sovietici, che nel 1945 l'avevano liberata dal nazismo. «La perdita della libertà per l'Ungheria – sottolinea Ruspanti – significò per Márai la perdita della propria libertà intellettuale e spirituale di scrittore, perdita che egli non volle pagare». Per Márai, che non rimetterà mai più piede in Patria, Napoli avrà il sapore amaro della libertà e rappresenterà per lui un raggio di speranza prima della partenza per l’America.

Sullo stesso tema

Lunedì 28 Febbraio

Riconoscimento internazionale per Scienze del patrimonio audiovisivo e dell’educazione ai media

Il corso di laurea magistrale segnalato, unico in Italia e fra i sette nel mondo, dalla Federazione internazionale degli archivi cinematografici

Venerdì 26 Novembre

“La mirabile visione”: proiezione del film restaurato del 1921

Giovedì 2 dicembre al Cinema Visionario di Udine

Martedì 23 Novembre

Sbarca a Roma il film dal vero “La battaglia dall’Astico al Piave”

Il restauro dell’opera fatto dall’Ateneo friulano scelto come modello per iniziative future