Iniziativa promossa dall’Istituto nazionale di fisica nucleare e dall’Ateneo friulano

Studenti da Friuli Venezia Giulia e Veneto alla masterclass internazionale di fisica delle particelle

Venerdì 12 febbraio, dalle 9.30, al polo scientifico di via delle Scienze a Udine

Sono 83 gli studenti provenienti da scuole superiori di Friuli Venezia Giulia e Veneto orientale che venerdì 12 febbraio, dalle 9.30, all’Università di Udine, potranno vedere e sperimentare come funzionano le ricerche dei fisici che lavorano al Cern di Ginevra, l'Organizzazione europea per la ricerca nucleare. Grazie all’iniziativa “Masterclass”, coordinata a livello italiano dall’Istituto nazionale di fisica nucleare (Infn), i ragazzi verranno accompagnati dai ricercatori dell’ateneo in un percorso didattico-sperimentale alla scoperta delle proprietà dei mattoni fondamentali della materia. A pochi mesi dalla ripartenza dell’LHC (Large Hadron Collider) di Ginevra, potranno esplorare i “segreti” dell’acceleratore di particelle più grande del mondo, dove, nel luglio 2012, è stato scoperto il bosone di Higgs, il tassello mancante nella teoria che descrive i mattoni fondamentali della materia. 

Negli spazi del Dipartimento scienze matematiche, informatiche e fisiche del polo scientifico dell’Ateneo (via delle Scienze 206, Udine) la Masterclass prevede, al mattino, lezioni e seminari sugli argomenti fondamentali della fisica delle particelle. Nel pomeriggio si terranno esercitazioni al computer sui veri dati raccolti dall’ esperimento Atlas, al centro del quale, nel tunnel di 27 chilometri a 100 metri di profondità attorno a Ginevra, le particelle accelerate dall’LHC si scontrano quasi alla velocità della luce. I ragazzi potranno rivivere, negli esercizi proposti, la scoperta del bosone di Higgs, ma anche quella dei bosoni W e Z, la cui scoperta nel 1984 valse il premio Nobel a Carlo Rubbia. Al termine i ragazzi si collegheranno in videoconferenza con i colleghi di altri istituti esteri, in particolare con le Università di Città del Capo (Sudafrica) e Amsterdam (Paesi Bassi), che hanno svolto gli stessi esercizi, per discutere insieme i risultati emersi dalle esercitazioni. 

All’Ateneo friulano la Masterclass è organizzata, e cofinanziata, dal gruppo Infn-Atlas di Udine in collaborazione con il Centro Interdipartimentale di Ricerca Didattica e dal progetto LaComGei. L’iniziativa, giunta alla dodicesima edizione, fa parte delle Masterclass internazionali organizzate dall’International Particle Physics Outreach Group (Ippog). Le Masterclass si svolgono contemporaneamente in 45 nazioni, coinvolgono 200 tra i più prestigiosi enti di ricerca e università di Europa, Stati Uniti, Cile, Ecuador, Giamaica e Messico, e più di 10 mila studenti delle scuole superiori. Per l’Infn, oltre alla sezione di Udine, sono presenti i Laboratori nazionali di Frascati e le sezioni di Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Cosenza, Ferrara, Firenze, Genova, Lecce, Milano, Milano-Bicocca, Napoli, Padova, Pavia, Perugia, Pisa, Roma “La Sapienza”, Roma Tor Vergata, Roma Tre, Torino e Trieste.

Sullo stesso tema

Mercoledì 23 Febbraio

Studentesse e studenti del Friuli Venezia Giulia impegnati ad analizzare i dati del CERN

Venerdì 25 febbraio, dalle 9.30, Masterclass all’Università di Udine

Mercoledì 15 Settembre

Astrofisica: premio Bignami alla tesi di dottorato di Davide Miceli

Riconoscimento attribuito dalla Società astronomica italiana e dalla Società italiana di fisica