Un nuovo programma televisivo dedicato alle eccellenze dell’Università di Udine

Si chiama “Snait. Ricerca e istruzione in Accademia” ed è finanziato dal CIRF

Grazie all’idea del regista Marco D’Agostini e del Centro Interdipartimentale per lo Sviluppo della Lingua e della Cultura del Friuli (CIRF), la programmazione televisiva in lingua friulana si arricchisce di un nuovo prodotto, dedicato al mondo della ricerca nel nostro Ateneo, “Snait. Ricerca e istruzione in Accademia”, infatti, è un format che racconta in modo divulgativo cosa si intenda quando si parla di ricerca nei vari ambiti scientifici ed umanistici universitari. Ogni mese andrà in onda una puntata dedicata alle diverse realtà dell’Università degli Studi di Udine. 

Nella prima puntata il focus è incentrato sul Dipartimento di Agraria. Il Prof. Enrico Peterlunger, coordinatore del gruppo di ricerca di viticoltura ed Enologia, ci parla del complesso dei Rizzi che ospita oltre cinquemila studentesse e studenti ed approfondirà gli aspetti legati alle ricerche e alla didattica in ambito enologico e vitivinicolo. Due settori decisivi per l’agricoltura e l’economia del Friuli. La giovane ricercatrice Elisa Pellegrini, vincitrice nel 2021 di una borsa di studio nazionale, ci mostrerà l’importanza dei suoi studi nel settore delle scienze ambientali. 

La replica della prima puntata (RaiTre Bis, canale 810) andrà in onda venerdì 20 maggio, alle 21.20. Il progetto, a cura dell’Associazione Lenghis dal Drâc, è realizzato grazie al finanziamento del CIRF.

 

*************************

Gnûf program televisîf dedicât aes ecelencis de Universitât dal Friûl 

 

In gracie di une idee dal regjist Marco D’Agostini e dal Centri Interdipartimentâl pal Svilup de Lenghe e de Culture dal Friûl (CIRF), la programazion televisive par furlan si insiore di un gnûf prodot, dedicât al mont de ricercje intal nestri Ateneu. 

“Snait. Ricercje e istruzion in Academie”, di fat, al è un formât televisîf che, in plui pontadis e cuntun stîl divulgatîf, al conte cuntun ce che si intint cuant che si fevele di ricercje intai diviers setôrs sientifics e umanistics universitaris. 

Ogni mês e larà in onde une pontade dedicade aes diviersis realtâts dentri de Universitât dal Friûl. 

Te prime pontade l’obietîf al è il Dipartiment di Agrarie. Il professôr Enrico Peterlunger, coordenadôr dal grup di ricercje di Viticulture e enologjie, nus fevelarà dal complès dai Riçs che al da acet a passe cinc mil studentis e students. Al contarà tal detai ancje di aspiets leâts aes ricercjis e ae didatiche tal setôr enologjic e vitivinicul: doi setôrs fondamentâi pe agriculture e pe economie dal Friûl. Cun di plui, la zovine ricercjadore Elisa Pellegrini, vincidore di une borse di studi nazionâl intal 2021, nus mostrarà la impuartance dai siei studis intal setôr des siencis ambientâls. 

La repliche de prime pontade (RaiTre Bis, canâl 810) e larà in onde vinars ai 20 di Mai aes 9.20 di sere. Il progjet, par cure de Associazion Lenghis dal Drâc, al è realizât in gracie dal finanziament dal CIRF.

 

Sullo stesso tema

Mercoledì 20 Aprile

Certificazione del friulano: presentati i nuovi strumenti didattici

I materiali sono stati predisposti dall’Università friulana grazie alla collaborazione con la Regione e l’ARLeF

Lunedì 21 Febbraio

Giornata internazionale della lingua madre: il Cirf nella rete europea che promuove la diversità linguistica

Due proverbi in friulano nel filmato che celebra la ricorrenza

Venerdì 24 Luglio

Lingua friulana: accordo di collaborazione fra Ateneo e Agjenzie regionâl pe lenghe furlane

Dall’ARLeF 65 mila euro per corsi di formazione e materiali didattici per i diversi livelli della lingua friulana ai fini della certificazione linguistica di lingua friulana