Al Museo del territorio di San Daniele del Friuli

“Vietato non toccare”: mostra per non vedenti e ipovedenti

Uno tra i primi percorsi sensoriali in Friuli Venezia Giulia

Al Museo del territorio di San Daniele del Friuli è stato inaugurato lo scorso 7 marzo la mostra permanente “Vietato non toccare”, un percorso museale con allestimento di reperti archeologici dedicato alla fruizione delle persone non vedenti e ipovedenti.
Il percorso sensoriale, realizzato dall’associazione “Vivi il Museo” in collaborazione con l’Unione Italiana Ciechi - sezione Udine, permette ai visitatori disabili di poter toccare ben 17 oggetti: si tratta di due lastre di sarcofagi originali, sei reperti ricostruiti in terracotta e nove modelli in 3D tratti da manufatti originali.
 
Le persone possono percorrere l’esposizione seguendo con la mano una grossa corda, che in corrispondenza di ogni reperto, forma un anello che circonda e delimita lo spazio in cui è collocato l’oggetto da toccare; sono disponibili anche cartelli in brailes per non vedenti e pannelli retroilluminati per gli ipovedenti in prossimità degli oggetti.
Gli oggetti in mostra possono essere toccati anche dai visitatori normovedenti, a esclusione delle due lastre di sarcofagi. 
 
Elisa Nervi, la direttrice del Museo, ha spiegato che questa iniziativa «nasce dalla volontà di creare inclusività nelle strutture museali a partire da una sezione archeologica, spesso difficoltosa da approcciare a persone con disabilità».
 
Per maggiori informazioni contattare il Museo del territorio di San Daniele al numero 0432 954484 o scrivere all’indirizzo e-mail museodelterritorio@san-daniele.it.  

Sullo stesso tema

Lunedì 13 Giugno

Ultimi giorni della mostra “Qui si parla italiano, qui si saluta romanamente...”

Venerdì 17 giugno, alle 16, evento conclusivo a Palazzo di Toppo Wassermann a Udine

Martedì 31 Maggio

Si apre la mostra “Che genere di voto. Immagini e parole dalla stampa friulana sul primo voto alle donne 1946-1948”

La mostra, con il patrocinio dell’Università di Udine e del Comitato unico di garanzia dell’Ateneo, sarà inaugurata il 1 giugno a Palazzo Antonini

Martedì 31 Maggio

“Qui si parla italiano, qui si saluta romanamente...”

A Palazzo di Toppo Wasserman, a Udine, la mostra sulla storia e la memoria dei campi di concentramento fascisti