La scienza è una storia da raccontare: torna a Trieste il talent show FameLab

Iscrizioni entro il 19 febbraio. Per i ricercatori interessati anche un percorso formativo su storytelling e teatralità

Per il settimo anno FameLab torna a far tappa a Trieste: il 27 febbraio alle ore 9.00 al Teatro Miela si terrà infatti la selezione locale della travolgente competizione che sfida studenti e ricercatori scientifici con il talento della comunicazione a raccontare in soli 3 minuti il proprio oggetto di studi o un argomento che li appassiona. Per partecipare è necessario iscriversi tramite form online entro il 19 febbraio 2019 (bit.ly/FameLab2019_Trieste oppure www.immaginarioscientifico.it).

FameLab è una competizione internazionale, coordinata in Italia da Psiquadro Perugia e British Council, che prevede una prima fase di selezioni locali in 12 città: Ancona, Bari, Catania, Firenze, Foggia, Genova, L'Aquila, Lecce, Modena, Pavia, Perugia e Trieste.
Qui la gara è organizzata da Immaginario Scientifico, Università di Trieste, Università di Udine, SISSA-Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati, INFN-Istituto Nazionale di Fisica Nucleare Sezione di Trieste e Comune di Trieste, nell'ambito del Protocollo d'Intesa “Trieste Città della Conoscenza”. Con la collaborazione di: Trieste Science + Fiction Festival, Science Industries, Radioincorso, Ennergi Research. FameLab Trieste è uno degli eventi in vista di ESOF - Trieste Città Europea della Scienza 2020.
 
FameLab Trieste è stato presentato oggi in una conferenza stampa presso il Comune di Trieste, alla presenza di Angela Brandi (Assessore all'Educazione, Scuola, Università e Ricerca del Comune di Trieste), Serena Mizzan (Direttore dell'Immaginario Scientifico), Maurizio Fermeglia (Rettore dell'Università di Trieste), Renata Kodilja (Dipartimento di Lingue e Letterature, Comunicazione, Formazione e Società dell'Università di Udine), Rinaldo Rui (INFN, Sezione di Trieste) e Donato Ramani (Unità di Comunicazione della SISSA). È intervenuto anche Stefano Fantoni (Champion di ESOF2020 Trieste).
 
Tre minuti e una manciata di parole: è ciò che i concorrenti avranno a disposizione per le presentazioni. Come in un talent show dovranno convincere un'attenta giuria e il pubblico in sala usando il proprio talento comunicativo per spiegare l'oggetto della propria ricerca in modo coinvolgente e comprensibile, ma scientificamente rigoroso.
Alla selezione possono partecipare ricercatori, assegnisti di ricerca, studenti universitari, laureati, dottorandi o specializzandi in ambito scientifico, medico o ingegneristico, di età compresa fra 18 e 40 anni, attivi presso istituzioni di ricerca pubbliche o private.
I primi due classificati della selezione triestina si aggiudicheranno un premio in denaro e avranno accesso alla finale nazionale del concorso (maggio 2019). Avranno inoltre occasione di partecipare alla FameLab Masterclass, un corso di perfezionamento in comunicazione della scienza in programma a Perugia prima della finale (12-14 aprile). Il primo classificato della selezione locale di Trieste avrà anche accesso come uditore a un corso del Master in Comunicazione della Scienza “Franco Prattico” della SISSA di Trieste.
 
Il vincitore di FameLab Italia affronterà infine gli altri concorrenti provenienti da tutto il mondo nella finale di FameLab International, nel giugno 2019 a Cheltenham in Inghilterra, nell’ambito del Cheltenham Science Festival.
 
FameLab: dettagli
Nato nel 2005 in Inghilterra, FameLab è oggi diffuso in oltre 30 paesi. Ogni anno dà la possibilità a centinaia di scienziati di entrare nel mondo della comunicazione scientifica.
Dal 2012 FameLabè approdato in Italia coinvolgendo un numero crescente di partner. A Trieste, dove la gara viene organizzata dall'Immaginario Scientifico assieme a diversi partner della rete locale “Trieste Città della Conoscenza”, i partecipanti sono stati un centinaio.
 
Nel 2016 uno dei concorrenti provenienti dalla selezione triestina, l'astrofisico Lorenzo Pizzuti, ha vinto anche la gara nazionale, partecipando così alla finale internazionale.
FameLab ha prodotto negli anni una rete molto attiva di scienziati, studenti e ricercatori che, attraverso la comunicazione scientifica, ha occasione di coinvolgere il pubblico nella realtà della ricerca. A Trieste grazie a FameLab è nata la compagnia teatrale “Topi da laboratorio”, formata da un gruppo di giovani ricercatori ex concorrenti alla competizione, accomunati dalla passione per la divulgazione scientifica, che organizza spettacoli a tema scientifico e attività nelle scuole.
 
Percorso formativo
Per aiutare gli aspiranti concorrenti di FameLab a preparare al meglio la loro presentazione, a Trieste vengono organizzati due incontri formativi il 16 e il 19 febbraio, presso il Polo di Aggregazione Giovanile E. Toti (in Via della Cattedrale 2), a cui potranno partecipare gratuitamente tutti i ricercatori interessati e in possesso dei requisiti per iscriversi a FameLab: sarà per loro un’occasione per scoprire nuovi modi di raccontarsi e di comunicare in modo efficace.
 
sabato 16 febbraio, ore 10.00-13.00
Donato Ramani, dell’Unità di comunicazione della SISSA, spiegherà come utilizzare lo “storytelling” per le presentazioni, come organizzare al meglio i contenuti e quali piccoli trucchi retorici sfruttare per essere più coinvolgenti.
 
• martedì 19 febbraio, ore 18.00-22.00
L’attrice Daniela Gattorno porrà l’accento su aspetti legati alla teatralità di una presentazione, spiegando come il modo di muoversi su un palco, la gestualità e l’impostazione della voce possano aiutare ad attrarre l’attenzione del pubblico.
 
Per informazioni e per iscriversi al corso: 040 224424, info@immaginarioscientifico.it
 
FameLab EDU
Trieste sarà anche una delle città FameLab, insieme a Perugia e Catania, dove nel 2019 verrà sperimentato FameLab EDU, che coinvolgerà studenti delle scuole secondarie di II grado.
Si tratta di un format di attività di comunicazione della scienza e della ricerca che promuove l’incontro tra giovani studenti delle scuole superiori e ricercatori e dottorandi in discipline di area scientifico, tecnologica e medica.
I ragazzi delle scuole superiori potranno partecipare a una breve masterclass di comunicazione della scienza, e svolgeranno il ruolo di pubblico specializzato nel corso delle selezioni locali e nella fase di preparazione dei finalisti alla gara nazionale.
FameLab EDU mette insieme l’esigenza delle scuole di ricevere contenuti scientifici freschi e accattivanti e quella dei ricercatori di confrontarsi con un pubblico genuino.
 

Sullo stesso tema

Giovedì 23 Giugno

Famelab Italia: Eleonora Vania, finalista dell’Ateneo di Udine, alla masterclass di preparazione alla gara conclusiva

Il talent show della scienza per giovani ricercatori con la passione della comunicazione

Mercoledì 18 Maggio

FameLab: terza Eleonora Vania, specializzanda in malattie infettive all'Università di Udine

Alla finale locale che si è tenuta a Trieste

Lunedì 19 Aprile

FameLab 2021, selezione locale a Trieste

Lunedì 26 aprile, per il nono anno, la selezione locale del talent show internazionale della comunicazione scientifica. I due vincitori accederanno alla finale nazionale. Nel pomeriggio, intermezzo con il climatologo Filippo Giorgi, Nobel per la pace 2007