Alla Casa della Contadinanza, dalle 18, sul colle del Castello di Udine

Dal centro dell’impero, cronache archeologiche dall’antica Assiria alla Siria

Dal 24 gennaio otto incontri alla scoperta di antiche civiltà e miti del Vicino Oriente antico

Le nuove scoperte archeologiche dell’Università di Udine nell’antica Assiria, l’attuale Kurdistan iracheno, saranno al centro di un ciclo di otto conferenze intitolato “Dal centro dell’impero” che si terranno nella Casa della Contadinanza, sul colle del Castello di Udine, sempre con inizio alle 18. Gli incontri, organizzati in relazione alla mostra “Dal Centro dell’Impero. Nuove scoperte archeologiche dell'Università di Udine nell'Antica Assiria”, si propongono di avvicinare il grande pubblico alla conoscenza dell’impero assiro e dell’antico Vicino Oriente e sono il risultato della collaborazione fra il Dipartimento di Studi umanistici e del patrimonio Culturale dell’Ateneo friulano e il Museo archeologico di Udine.

Nel primo incontro, martedì 24 gennaio, Daniele Morandi Bonacossi (Università di Udine) parlerà di “Acqua e dei di Assiria: il sistema d’irrigazione assiro nell’entroterra dell’antica Ninive”.

Il 7 febbraio, Stefania Ermidoro (Istituto di scienze del patrimonio culturale – Cnr, Roma) tratterà il tema “Viaggio in Assiria. L’Europa e la riscoperta di una grande civiltà del passato”.

Il 21 febbraio Luigi Turri (Università di Verona) interverrà sul tema “Gilgamesh e la scoperta del Diluvio Universale”, introduzione a “L'epopea di Gilgamesh”, una lettura-spettacolo a cura dell’associazione culturale TrixTragos.

“Donne e regine d’Assiria” è l’argomento che il 7 marzo sarà affrontato da Francesca Simi (Università di Udine).

Il 21 marzo Daniele Morandi Bonacossi terrà una conferenza intitolata “Gli ‘aquiloni del deserto’ e la caccia preistorica alle gazzelle nel deserto di Palmira (Siria)”.

“L’Assiria in pericolo” è invece il tema dell’incontro con Francesca Simi il 4 aprile.

“Un tempo abitavamo nei villaggi. Indagini archeologiche nel sito Neolitico e Calcolitico di Asingeran (Kurdistan iracheno)” è l’argomento che tratterà Marco Iamoni (Università di Udine) il 18 aprile.

Infine, il 2 maggio, Daniele Morandi Bonacossi parlerà su “La metropoli di Qatna (Siria) e i suoi palazzi: un crocevia di culture tra Mediterraneo e Levante”.

L’iniziativa è organizzata da Comune e Università di Udine con il sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia. L’esposizione e gli eventi sono a cura di Daniele Morandi Bonacossi, Francesca Simi, Luigi Turri e Paola Visentini. La mostra archeologica è visitabile fino al 30 aprile presso il Museo archeologico di Udine. Maggiori informazioni e orari sono disponibili online

Sullo stesso tema

Lunedì 30 Gennaio

Archeologia del Mediterraneo, incontro internazionale all’Università di Udine

Dal 2 al 4 febbraio il principale appuntamento scientifico sulle ricerche nel mondo sommerso del “Mare nostrum”

Mercoledì 14 Dicembre

Dal centro dell’impero. Nuove scoperte archeologiche dell’Università di Udine nell’antica Assiria

Dal 17 dicembre al 30 aprile al Castello di Udine una nuova mostra archeologica porterà i visitatori nel cuore dell’antica Assiria, il primo impero globale della storia

Venerdì 25 Novembre

Scuola interateneo di specializzazione in Beni archeologici, domande entro il 1 dicembre

Forma specialisti nella conoscenza, tutela, gestione, conservazione e valorizzazione del patrimonio archeologico