Martedì 4 alle 17.30 in via Pozzuolo 324 a Udine

“Orti di Ateneo”: il 4 giugno inaugurazione ufficiale all’Azienda agraria “Antonio Servadei”

Avviato nel 2018, il progetto d’Ateneo apre al coinvolgimento delle analoghe iniziative del territorio per proposte comuni di formazione

Martedì 4 giugno verranno ufficialmente inaugurati gli “Orti di Ateneo”, iniziativa avviata lo scorso anno nel sito dell’Azienda agraria “Antonio Servadei” dell’Università di Udine e che prevede ogni anno la messa a disposizione del personale e degli studenti dell’ateneo di una ventina di lotto agricoli. Nato con lo scopo di promuovere l’impiego del tempo libero in attività che favoriscano la salute, l’aggregazione sociale e la sostenibilità ambientale, valorizzando al contempo un patrimonio ambientale e produttivo alle porte di Udine, qual è quello dell’Azienda agraria universitaria, ora il progetto mira al coinvolgimento delle altre iniziative simili cittadine con l’idea di poter offrire proposte comuni di formazione e approfondimento nell’ambito dell’agricoltura urbana. L’inaugurazione si terrà alle ore 17.30 in via Pozzuolo 324, sede dell’Azienda agraria, con interventi istituzionali e intervalli di poesia e musica, a cura degli “ortisti” e delle loro famiglie.

Il programma prevede alle 17.30 i saluti delle autorità. Interverranno il rettore dell’Università di Udine, Alberto De Toni, il sindaco di Udine, il direttore del Dipartimento di Scienze agroalimentari, ambientali e animali, Paolo Ceccon, e il rappresentante della Rete università sostenibili (Rus), Francesco Marangon.

Dopo un breve intermezzo di poesia e musica, alle 18 spazio a “Storie di Orti”. Degli “Orti di Ateneo” parleranno Lucia Piani, delegata dell’Azienda agraria per il coordinamento degli Orti di Ateneo, e Alberto Pivotto, che nella sua tesi di laurea in Scienze per l’ambiente e la natura ha sviluppato il progetto. Silvana Olivotto, assessore all’ambiente del comune di Udine, e Bruno Gizzaffi, responsabile degli orti urbani del Comune di Udine, parleranno del progetto “L’Orto e la Luna”. Seguirà la presentazione del progetto “L’Orto dei Vicini – Comunità Nove” del Dipartimento di Salute Mentale di Udine.

Un secondo breve intermezzo di poesia e musica anticiperà l’approfondimento, alle 18, dedicato a “L’agricoltura urbana”, con Moreno Baccichet, esperto di progettazione, gestione e storia dell’agricoltura urbana. Alle 18.50 l’intervento conclusivo di Edi Piasentier, direttore dell’Azienda Agraria Universitaria “Antonio Servadei”.

Il progetto “Orti di Ateneo” prevede ogni anno l’assegnazione di lotti, tramite bando, al personale docente e tecnico amministrativo e degli studenti dell’Università di Udine. Gli orti vengono coltivati secondo il metodo dell’agricoltura biologica, senza l’utilizzo di specie Ogm, di concimi e di diserbanti, antiparassitari e pesticidi non ammessi in agricoltura biologica. Gli scarti di coltivazione vengono trasformati in compost nell’area degli orti oppure smaltiti con raccolta differenziata. Gli orti possono essere coltivati dagli assegnatari con l’eventuale contributo di familiari e/o persone di fiducia, e i prodotti dell’orto non possono essere messi in vendita. Gli assegnatari provvedono per conto proprio agli attrezzi e al materiale da lavoro, che può essere depositato nelle strutture appositamente allestite, mentre l’acqua di irrigazione è disponibile in loco.

Condividi

Stampa

Documenti