Laudatio affidata alla docente Alessandra Gubana

Laurea honoris causa a Pierino Burba, maestro innovatore delle costruzioni

La cerimonia martedì 2 aprile alle 16 nell’aula magna di piazzale Kolbe. Dottore in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio

Appuntamento martedì 2 aprile alle ore 16 nell’Aula Magna dell’Ateneo friulano in piazzale Kolbe a Udine, per la solenne cerimonia di conferimento della laurea magistrale ad honorem in Ingegneria per l’ambiente e il territorio a Pierino Burba, già direttore tecnico e consigliere di amministrazione, responsabile tecnico dell’ufficio progettazione e attualmente responsabile della Ricerca e Sviluppo della I.CO.P Spa di Basiliano, azienda che rappresenta oggi un punto di riferimento nel mondo nel campo delle realizzazioni ad alta tecnologia di infrastrutture ed opere di fondazione.

Pierino Burba è nato a Lungis in Carnia il 1° settembre del 1937 e all’inizio del 1961 è stato assunto dall’Impresa Petrucco (che nel 1965 si trasformò in I.CO.P. S.a.s.), dove si è fatto subito notare per le sue capacità e per una serie di progetti e realizzazioni innovative che hanno caratterizzato lo sviluppo della successiva I.CO.P. L’azienda conta oggi circa 400  dipendenti e opera nel sottosuolo con diaframmi, micropali, tiranti, colonne consolidate, palancole per diversi tipi di terreno e struttura.

Le capacità riconosciute hanno consentito a Pierino Burba di aver anche un ruolo sempre più significativo nell’Impresa, dove cura anche gli studi di prima fattibilità e l'adeguamento delle tecnologie al processo produttivo ed è responsabile dell’Ufficio Ricerca e Sviluppo, occupandosi delle opere speciali che l’I.CO.P realizza nel mondo. Assieme all’ing. Paolo Petrucco è titolare di oltre 16 brevetti e altre 4 domande sono state recentemente depositate.

La commissione di laurea è composta dal magnifico rettore dell’Università di Udine, Alberto De Toni, dal direttore del DPIA, Dipartimento politecnico di ingegneria e architettura, pMarco Petti, dai coordinatori, Nicola Baldo e Stefano Sorace, dai docenti Gaetano Russo, Antonino Morassi e Alessandra Gubana, associata di Tecnica delle costruzioni al DPIA, alla quale è stato affidato l’incarico di pronunciare la laudatio. Alla cerimonia è invitato Giorgio Macchi, professore emerito dell’Università di Pavia, uno dei tre esperti interpellati dalla Commissione dell’ateneo per il conferimento della laurea. Oltre a Macchi, Luigi Biolzi (Politecnico di Milano) e Sebastiano Pelizza (Politecnico di Torino).

E proprio in calce alla proposta, il prof. Macchi aveva sottolineato una significativa e fondata motivazione: «Una personale conoscenza maturata e profonda dei meriti e una valutazione di eccezionale abilità nel campo della concezione e costruzione di infrastrutture. Per queste ragioni il lavoro di Pierino Burba è stato quindi fondamentale nello sviluppo di soluzioni innovative e nell’affermazione dell’Impresa I.CO.P nel campo delle costruzioni in Italia e nel mondo».

Questo il programma della cerimonia: in apertura, gli indirizzi di saluto del rettore Alberto De Toni, e del prof. Marco Petti, direttore del DPIA. A seguire, la laudatio della professoressa Alessandra Gubana, sul tema “Pierino Burba e l'arte di costruire”. Poi, il conferimento della laurea magistrale, e la lectio del neodottore Pierino Burba sul tema “Il Bailey: non solo un ponte”. Al termine, il canto del “Gaudeamus” a cura del coro G. Pressacco dell’Università di Udine.

Condividi

Stampa

Documenti