Rivista allegata al Sole 24Ore nel mese di luglio

Progetto Adswim si presenta su Platinum

Progetto coordinato dal Dipartimento di scienze agroalimentari ambientali e animali

Il progetto AdSWiM: uso gestito delle acque depurate per la qualità del mare Adriatico è un progetto Europeo di cooperazione transfrontaliera biennale, coordinato dall’Università di Udine - Dipartimento di Scienze AgroAlimentari Ambientali e Animali (Di4a) e comprende dodici partner fra italiani e croati che lavorano per migliorare la qualità del mare, applicando tecnologie innovative di monitoraggio, trattamento e gestione delle acque reflue urbane. 

Fra gli obiettivi di progetto vi è il trasferimento tecnologico dei risultati e degli interventi innovativi alle imprese, alle Agenzie regionali per la Protezione dell'Ambiente e alle autorità pubbliche regionali e locali nonché la disseminazione e la sensibilizzazione della cittadinanza sull’effetto che l’uso gestito delle acque depurate ha per la qualità del mare Adriatico

Per questo motivo si è scelto di presentare il progetto con il numero di luglio 2020 della rivista Platinum “Aziende & Protagonisti”, allegata a Il Sole 24ORE. La rivista è un punto di riferimento nell’editoria per il business e la Ricerca & Sviluppo made in Italy e d’oltreconfine. Una comunicazione autorevole e qualificata rivolta ad un target mirato e selezionato nel mondo imprenditoriale, istituzionale e finanziario. Il nostro progetto Adswim è così approdato sulla pagina 135 del numero di luglio che, attraverso protagonisti di rilievo, racconta storie di successo di imprenditoria e di ricerca che hanno saputo innovare e farsi forza propulsiva di sviluppo e crescita anche in un periodo così delicato come quello dell’emergenza COVID-19. 

“Il lavoro progettuale di Adswim è stato avviato a gennaio del 2019, con una ricognizione dei dati di controllo chimico e microbiologico esistenti per delineare un quadro di riferimento di partenza della qualità delle acque del mare Adriatico. In esso vengono scaricati i reflui trattati, urbani e non, che non devono alterare l’ecosistema acquatico. Il progetto vuole portare un contributo per questo aspetto. Le numerose attività sono strutturate in 3 tipologie di interventi, schematizzabili in attività sperimentali, attività di formazione, di divulgazione e di consolidamento dei risultati e in attività di armonizzazione dei protocolli di gestione delle acque reflue, transfrontalieri”, spiega Sabina Susmel, ricercatrice in chimica analitica della sezione di chimica del Dipartimento di Scienze AgroAlimentari Ambientali e Animali dell’Università Studi Udine nonché il project manager di AdSWiM che si è occupata della pubblicazione.

Agnese Pressoto, architetto del Comune di Udine, che ha il compito di occuparsi dell’armonizzazione dei protocolli di gestione tra i due paesi ma anche quello di elaborare e coordinare la Campagna di sensibilizzazione e le numerose attività relative commenta: “La forza del progetto e la sinergia tra le attività sperimentali e le azioni di comunicazione che si svolgono parallelamente e si alimentano a vicenda. Insieme all’agenzia che ci segue per le operatività è stato elaborato un piano di comunicazione che tocca diversi target e usa diversi mezzi di comunicazione per raggiungere cittadini, giovani e in questo caso imprenditori e amministrazioni. Vogliamo che il nostro progetto diventi promotore anche per altre realtà lungo le coste dell’Adriatico.” 

Il magazine di oltre 200 pagine sarò distribuito questa settimana in 265.000 copie in Italia in direct mailing e in edicola con il Sole 24 ORE, mentre in Europa, in lingua inglese, attraverso Assocamerestero raggiungendo un target qualificato ed esigente nel panorama imprenditoriale, istituzionale ed economico-finanziario. La rivista e anche il nostro progetto saranno promossi sul portale de "Il Sole 24 ORE" e con spot pubblicitari su "Radio 24" per una settimana. La rivista è disponibile online con la versione integrale in italiano e in inglese.

 

Condividi

Stampa

Documenti