Progetto nazionale promosso dalla Società italiana di scienze sensoriali

Preferenze alimentari e differenze individuali: al via la ricerca “Italian Taste”

L’Ateneo di Udine cerca 100 volontari per i test sensoriali e i questionari

Esplorare le differenze individuali degli italiani nelle preferenze alimentari. È l’obiettivo del progetto di ricerca nazionale “Italian Taste” che vede la partecipazione dell’Università di Udine, con il dipartimento di Scienze agroalimentari, ambientali e animali, e il coordinamento della Società italiana di scienze sensoriali (Siss) che lo organizza. La ricerca si prefigge analizzare le preferenze alimentari in relazione alla variabilità individuale delle persone legata ai tratti fisiologici e antropometrici, alla sensibilità ai gusti, ai risvolti della personalità e alle varianti genetiche responsabili della variabilità osservata. Inoltre verrà valutato l’impatto di queste variabili sullo stato di salute degli individui, con particolare attenzione all’obesità.
 
Il progetto, giunto alla seconda edizione, prevede la partecipazione volontaria e gratuita di 100 persone, donne e uomini, di età compresa tra 20 e 60 anni, in buono stato di salute. Il loro contributo consisterà nell’assaggiare e valutare alcuni alimenti comuni (come succo di pera, budino di cioccolata, purè di patate e cannellini, salsa di pomodoro), annusare degli odori, sorseggiare alcune soluzioni (ad es.: acqua e zucchero, acqua e sale…) e rispondere a questionari sulle scelte e le preferenze dei cibi nella vita quotidiana.
 
All’ateneo friulano i test e i questionari sensoriali si terranno da aprile a dicembre nel laboratorio sensoriale del dipartimento di Scienze agroalimentari, ambientali e animali, in via Sondrio 2 A, a Udine.
 

Chi desidera partecipare al progetto può manifestare il suo interesse scrivendo all’indirizzo email saida.favotto@uniud.it o, telefonicamente, chiamando al mattino il numero 0432 558186. Per ulteriori informazioni: www.it-taste.it, www.scienzesensoriali.it

Sullo stesso tema

Giovedì 19 Maggio

Agroalimentare: Sofia Melchior fra i 18 migliori Phd europei

Selezionata dalla Federazione europea di ingegneria chimica. Ha studiato lo sviluppo di interventi tecnologici capaci di migliorare le proprietà salutistiche degli alimenti

Venerdì 19 Marzo

Nasce “Labas”, nuovo laboratorio per le analisi sensoriali dei prodotti alimentari

Ulteriore tassello dell’Uniud Lab Village. Inaugurazione e tavola rotonda con alcune fra le più grandi aziende del settore alimentare

Lunedì 20 Luglio

“Premio Bonsembiante” a Stella Plazzotta per la tesi di dottorato sulla trasformazione degli scarti vegetali

Giudicato come miglior lavoro fra quelli prodotti nel 2018/19 in Atenei del Triveneto e valutato come «base per un’iniziativa industriale di settore, meritevole di investimenti produttivi»