Appuntamento mercoledì 23 ottobre nel polo scientifico dell’Ateneo

Il Building Information Modeling per lo studio di progettazione e le imprese edili

Seminario e presentazione del nuovo master BIM avviato dall’Università di Udine per l’anno accademico 2019/20

Formare esperti nel settore delle tecnologie BIM (Building Information Modeling), in grado di operare con tecniche di modellazione informatizzata e di gestione elettronica del progetto, con competenze nel campo del rilievo avanzato con strumentazione digitale 3D. È l’obiettivo del nuovo master di I livello (60 crediti formativi universitari) dell’Università di Udine in Building Information Modeling - BIM, attivato per l’anno accademico 2019/20, che si svolgerà da gennaio a dicembre 2020. Il master integra l’offerta formativa nel campo dell’edilizia, dell’ingegneria edile e dell’architettura, come indicato dalla normativa vigente e come richiesto dai professionisti del settore e dal mondo imprenditoriale che opera nel campo dell’edilizia e delle costruzioni.

Il master BIM sarà presentato nel corso di un seminario in programma mercoledì 23 ottobre dalle 15.30 alle 18.30 presso polo scientifico dell’Ateneo, nell’aula C12 (CAD/BIM) in via delle Scienze 206 a Udine. Il seminario rientra nell’Offerta formativa degli Ordini degli ingegneri e degli architetti pianificatori, paesaggisti e conservatori di Udine e consente l’ottenimento di 3 CFP previa iscrizione sulla piattaforma iM@teria. L’accesso è libero, fino ad esaurimento posti, ma è richiesta la prenotazione scrivendo a master@master-bim.it.

Introdurrà il direttore del master, Alberto Sdegno. Seguiranno gli interventi di: Fabio Millevoi (Associazione nazionale costruttori edili – ANCE) su Il BIM per le imprese di costruzione, opportunità di controllo della commessa; Claudio Degano (Commissione BIM per l’Ordine degli ingegneri e architetti pianificatori, paesaggisti e conservatori) su L’interesse degli studi professionali; Domenico Visintini (Università di Udine) su Il rilievo 3D del costruito; Giovanni Tubaro (Università di Udine) su L’ingegnerizzazione dei processi produttivi; Paolo Capizzi (Segnoprogetto srl) su La digitalizzazione nel settore edile/industriale. Presentazione del Forum Udine 3D. Denis Mior (tre.digital srl) e Marco Griguolo (BOLD srl) presenteranno du casi studio, rispettivamente: Lean Experience Factory Consorzio Ponterosso. Ingegnerizzazione BIM e progetto integrato e Torre Columbia Business School di New York. il sistema vetrofacciata e i metodi computazionali. Infine, la didattica del master sarà presentata da Elisabetta Pellegrin.

Il master BIM si rivolge a laureati triennali in architettura e ingegneria edile, a professionisti del settore, a imprese di costruzione e al personale degli uffici tecnici delle amministrazioni pubbliche. «Il percorso formativo – anticipa Alberto Sdegno - fornirà le basi metodologiche e gli strumenti tecnici di controllo dell’intero processo delle costruzioni, considerando tutte le fasi, dalla progettazione esecutiva alla realizzazione. Saranno affrontati argomenti che permetteranno di seguire gli sviluppo di una commessa dalle prime fasi di progetto e pianificazione alla gestione operativa della realizzazione nell’ottica prevista dalla procedura di Cantiere 4.0, per proseguire con la gestione della manutenzione nell’intero ciclo vita dell’opera».

Sullo stesso tema

Venerdì 10 Giugno

Undici argentini di origini friulane al corso “valori identitari e imprenditorialità”

Lunedì 13, alle 10, a Palazzo Florio, inaugurazione del percorso formativo su identità, lingua e cultura italiana e friulana, conoscenza culturale ed economica del territorio

Giovedì 9 Giugno

Vent’anni di Scienze dell’architettura a Udine: summer school dedicata a Palladio

Il 13 e 14 giugno focus con studiosi internazionali sulle nuove frontiere dell’architettura tra digitalizzazione, realtà virtuale e aumentata. Quest’anno il corso ha aumentato gli immatricolati del 36%