Un innovativo percorso formativo attivo dal prossimo anno accademico

Il master del cambiamento in sanità all'Ateneo di Udine

Si chiama Salute e umanizzazione nell’organizzazione e gestione
del Servizio sanitario nazionale e prepara i professionisti di domani

La presentazione: da sinistra Sechi, Caporale, Riccardi, Pinton, De Toni, Robiony (ph. C. Giacomini)

Si chiama “Salute e Umanizzazione nell’Organizzazione e Gestione del Servizio Sanitario Nazionale” l’innovativo master di secondo livello che l’Università di Udine attiverà a partire dall’anno accademico 2023-2024, cogliendo l’opportunità del cambiamento focalizzandosi su salute e benessere del cittadino.

L’obiettivo di questo nuovo percorso formativo – primo nel suo genere a livello nazionale – è quello di disporre a un rinnovamento di prospettive nella sanità italiana. Lo hanno presentato a Udine Roberto Pinton, rettore dell’Ateneo friulano, Leonardo Alberto Sechi, direttore del dipartimento di Area medica e membro del Consiglio del master, Denis Caporale, direttore generale dell’Azienda Sanitaria Universitaria “Friuli Centrale”, Riccardo Riccardi, assessore regionale alla Salute, Politiche sociali e delegato alla Protezione civile, Alberto Felice De Toni, sindaco di Udine e membro del Consiglio del master, Massimo Robiony, direttore del master e Silvio Brusaferro, presidente dell'Istituto Superiore di Sanità e membro del Consiglio del master.

IL CAMBIAMENTO IN SANITÀ. L’attivazione del nuovo percorso formativo parte dalla rilevata esigenza di cambiamenti profondi nel Servizio Sanitario Nazionale. La sanità del futuro deve essere in grado di offrire un nuovo approccio di organizzazione e gestione orientato alla presa in carico globale del paziente, investendo sull’umanizzazione dei percorsi e sulla relazione intersoggettiva tra professionista e paziente. Il master è l’evoluzione di un progetto che il direttore del master Massimo Robiony e la project manager Elisabetta Ocello, hanno sviluppato sul campo, sperimentando modelli organizzativi che hanno sempre privilegiato il valore della persona, come paziente e come professionista.

UN NUOVO MODO DI OCCUPARSI DI SALUTE. Il percorso di cambiamento deve misurarsi su più livelli, e per questo motivo molte sono le attività e le materie di studio previste da questo master che punta a formare figure professionali capaci di cogliere e orientare le mutevoli e future sfide della sanità in modo multidisciplinare. Poiché la salute non è soltanto assenza di malattia, ma si basa anche su una significativa serie di relazioni, il master offre un percorso per innescare il cambiamento inteso come sinergia tra umanizzazione, organizzazione, innovazione, tecnologia, digitalizzazione, ricerca, formazione, comunicazione e processi di socializzazione culturale, per migliorare l’accesso e l’appropriatezza ai servizi sanitari e sociosanitari.

COSA SI INTENDE PER UMANIZZAZIONE. Nel percorso formativo del master sarà centrale l’umanizzazione delle cure, strategia per innovare il tradizionale modello assistenziale, rispondendo ai bisogni di salute delle persone in modo più adeguato sia sul piano clinico che organizzativo. Si tratta di promuovere un nuovo approccio di organizzazione e gestione orientato alla presa in carico globale delle persone assistite dove l’elemento relazionale e l’aspetto umanizzante ne rappresentano i veri caposaldi.

IL PROGRAMMA DIDATTICO. Il master garantirà 60 crediti formativi, avrà la durata di 16 mesi e si svolgerà da novembre 2023 a gennaio 2025. Per assicurare un approccio pratico e concreto, prevede uno stage di 125 ore, oltre a 360 ore di lezioni, sia a distanza sia in presenza, di cui 80 di seminari e laboratori nelle sedi dell’Università di Udine o dell’Azienda Sanitaria Universitaria “Friuli Centrale”. Sono cinque i moduli didattici in cui si articola. Il primo riguarda l’umanizzazione in sanità secondo la prospettiva scientifica e internazionale. Il secondo si occupa della Medicina a 5P (partecipativa, personalizzata, di precisione, preventiva e predittiva). Della tecno-umanizzazione, ovvero dell’innovazione tecnologica e digitale al servizio della comunità, parla il terzo che approfondisce, quindi, i temi della telemedicina, della partnership pubblico-privato, dell’avanzamento tecnologico, senza tralasciare gli argomenti relativi a privacy, sicurezza ed etica. Nel quarto modulo si approfondisce la governance di comunità, ovvero politica, strategia ed economia sanitaria, oltre al tema delle emergenze sanitarie ed umanitarie, la programmazione e la valutazione economica degli investimenti. Infine il quinto tratta il tema della persona, dei processi e delle strutture per la sanità di eccellenza, approfondendo la valorizzazione delle risorse umane come pilastri del cambiamento organizzativo.

I DESTINATARI. Il master, destinato a laureati di qualunque classe senza esclusione di sorta, si propone di formare figure professionali capaci di assumere ruoli di direzione, gestione, coordinamento e consulenza progettuale integrata nelle aziende sanitarie, con un coinvolgimento degli enti del terzo settore, per consentire di affrontare le complesse e multi dimensioni della salute tramite l’integrazione di diverse conoscenze e abilità dal punto di vista strategico, economico-gestionale, sociologico, tecnologico e clinico.

L’ORGANIZZAZIONE DEL MASTER. Fanno parte del consiglio scientifico del master Massimo Robiony, Silvio Brusaferro, Alberto Felice De Toni, Carlo Antonio Gobbato, Alvisa Palese e Alberto Leonardo Sechi. Il master gode del patrocinio di Comune di Udine, OMCeO Udine, Fondazione Luigi Danieli, ANS - Associazione Nazionale Sociologi, LILT, Save The Children, Trust Paola Gonzato-Rete Sarcoma Onlus e Smile House Fondazione ETS.

NOTE PRATICHE. Il master prevede un numero massimo di 30 iscritti e per l’accesso il possesso di un titolo di laurea magistrale (ex DM 270/2004) o laurea specialistica (ex DM 509/1999) di qualsiasi classe o laurea vecchio ordinamento (antecedente D.M. 509/1999). Per iscriversi alla selezione di ammissione è necessario utilizzare la procedura online, all’indirizzo https://uniud.esse3.cineca.it/Home.do, entro le ore 12 del 16 ottobre 2023; l’ammissione dei corsisti sarà resa nota entro il 30 ottobre 2023. Tutti i dettagli su programma e iscrizione sono reperibili nel bando di ammissione che sarà pubblicato entro fine mese.

SPONSORIZZAZIONI. Il dipartimento di Area medica dell’Università di Udine intende individuare sponsor per l’attivazione e il supporto finanziario del master. I soggetti interessati possono far pervenire e consegnare la scheda di adesione debitamente compilata come dettagliato dal bando reperibile sul sito dell’ateneo friulano nella pagina dedicata al master.

Sullo stesso tema

Venerdì 1 Settembre

Open day dell’alta formazione: 16 master e 5 corsi specialistici post laurea

Mercoledì 6 settembre, dalle 15, in presenza e online, presso la nuova Biblioteca scientifica e a Palazzo Torriani

Venerdì 25 Agosto

Servizi sanitari in Fvg: nuovo Glossario nel portale d’informazione realizzato dagli studenti dell’Ateneo

Sito realizzato dai laboratori di Redattologia, Traduttologia e Sasweb

Mercoledì 26 Luglio

Visita a Sky Sport 24 per gli studenti del master in Amministrazione e management delle aziende sportive

Guidati da Antonio Boselli, volto e voce della MotoGp