COMUNICAZIONE DEL MAGNIFICO RETTORE DEL 26 AGOSTO 2021

Carissime e carissimi,

al fine di tutelare la salute pubblica e mantenere adeguate condizioni di sicurezza nell'erogazione in presenza del servizio essenziale di istruzione”, il decreto-legge n.111 del 6 agosto 2021 prevede che, a partire dal 1° settembre 2021 e fino alla cessazione dello stato di emergenza, tutto il personale e gli studenti universitari debbano possedere e saranno tenuti a esibire, per l’accesso alle sedi dell’Ateneo, la certificazione verde COVID-19 che, com’è noto, attesta l’avvenuta vaccinazione, la negatività al test o la guarigione.

Per gli esami di profitto calendarizzati per i mesi di settembre/ottobre sono sostanzialmente confermate le modalità previste dal Decreto rettorale n. 300/21. Sarà quindi garantita la possibilità di sostenere la prova in modalità a distanza per gli studenti fuori sede, come definiti dalla normativa ARDiS, e per quelli che si trovino impossibilitati a raggiungere le sedi perché in una delle seguenti condizioni:

- exchange/international student;

- in mobilità fisica all’estero (Erasmus);

- disabilità certificata;

- fragilità o vulnerabilità personale o familiare correlate al Covid, attestata dalle autorità sanitarie.

Alle sedute di laurea previste per il mese di ottobre si applicano le disposizioni di cui sopra.

Per particolari esigenze didattiche e logistiche sarà consentita ai docenti, previa autorizzazione delle Direttrici o dei Direttori dei Dipartimenti, la possibilità di svolgere gli esami di profitto integralmente a distanza.

Si ribadisce che per le prove d’esame e le sedute di laurea in presenza sarà necessario disporre di certificazione verde Covid-19.

Tale certificazione verde è richiesta anche per accedere alle prove di ammissione ai corsi a numero programmato previste in presenza.

Per le informazioni di dettaglio gli studenti sono invitati a consultare le pagine web dei rispettivi corsi di studio.

Con riferimento agli studenti EU si ricorda che il Green Pass - EU digital COVID certificate rilasciato dai singoli stati ha validità anche in Italia, mentre gli studenti non EU sono invitati a dotarsi della documentazione per loro disponibile e di provvedere ai tamponi e alle quarantene, come richiesto dalle norme internazionali e italiane.

Con l’auspicio di poter tornare quanto prima a vivere l’Università condividendone gli spazi, le strutture e i servizi in presenza,

Vi saluto molto cordialmente.

 

                                                                                Il Rettore

                                                                            prof. Roberto Pinton

Sullo stesso tema

Martedì 28 Settembre

Covid: le piccole gocce infette aumentano il rischio contagio restando sospese nell’aria più del previsto

Lo studio auspica la revisione delle linee guida degli istituti nazionali e internazionali preposti alla sanità

Giovedì 13 Maggio

Vaccini, quando la scienza spiega

Convegno online martedì 18 maggio, dalle 16

Lunedì 29 Marzo

Perdere peso ai tempi del Covid: Scienze motorie lancia la sfida e recluta volontari per il progetto “Run for Health”

Obiettivo, studiare gli effetti di High Intensity Interval Training e allenamento polarizzato sulla riduzione del peso corporeo