18 università iscritte all'International University Wine Competition, Udine “sul podio”

Concorso enologico tra atenei: premiati a Maribor tre vini dell'Azienda agraria Servadei

Oro dei Patriarchi primo nella classifica generale. Medaglia d’argento allo stesso e a Pinot grigio e Rosso dei Patriarchi

Il primo posto in classifica e tre medaglie d’argento sono stati conquistati, complessivamente, dai vini dell’Azienda agraria universitaria "Antonio Servadei" all'International University Wine Competition, il concorso enologico dell’Università di Maribor. 18 gli atenei partecipanti all’ultima edizione – da Francia, Italia, Croazia, Slovenia, Serbia, Bosnia Erzegovina, Romania Ungheria – ciascuno con le proprie produzioni, giudicate da un comitato di esperti.

I vini dell’Università di Udine premiati sono: l’Oro dei Patriarchi (primo classificato e medaglia d’argento), un bianco ottenuto dal blend di due delle varietà di vite resistenti (Fleurtai e Soreli) selezionate dall’Ateneo e coltivate presso l’Azienda agraria; il Rosso dei Patriarchi (medaglia d’argento), ottenuto da un’altra varietà di vite resistente a bacca rossa (Cabernet Eidos) e il Pinot grigio (medaglia d’argento). Le uve sono state prodotte dall’Azienda agraria Servadei e vinificate da un’importante realtà della viticoltura friulana, l’azienda Forchir.

Il concorso dell’Università di Maribor mira a rafforzare la cooperazione tra gli atenei nel campo dell'agricoltura e delle scienze della vita; a trasferire conoscenze, idee ed esperienze. L’ultima edizione si è svolta a giugno, con i premiati svelati a novembre in occasione della Conferenza dei Rettori del Danubio. In ogni categoria il riconoscimento più alto è stata la medaglia d’argento. L’Oro dei Patriarchi si è classificato al primo posto tra tutti quelli presentati al concorso.

«Questo risultato – afferma Piergiorgio Comuzzo, direttore dell’Azienda agraria "Antonio Servadei" – premia non solo l’Azienda agraria, ma l’intero Ateneo e il Progetto di Vino di Comunità, fortemente voluto dalla Direzione generale e dal mio predecessore Edi Piasentier. Le medaglie assegnate soprattutto premiano il personale dell’Azienda agraria, che con dedizione segue e gestisce le attività di sperimentazione, produzione e commercio dei prodotti. Non dimentichiamo, inoltre, l’importante supporto dei professori Enrico Peterlunger e Paolo Sivilotti, colleghi del gruppo di Viticoltura del Dipartimento di Scienze agroalimentari, ambientali e animali, e l’altrettanto importante collaborazione dell’Ufficio comunicazione dell’Università per gli aspetti grafici legati all’etichettatura. Ritengo quindi che il riconoscimento ricevuto, seppur nella sua semplicità, vada visto come un premio a queste sinergie, fondamentali per la vita e la forza del nostro Ateneo».

L’Oro dei Patriarchi, il Pinot grigio e il Rosso dei Patriarchi sono acquistabili dalla comunità accademica e dai privati presso il punto vendita dell’Azienda agraria Servadei (nella sede di via Pozzuolo 324, Udine). L’Azienda mette a disposizione dei dipendenti dell’Ateneo anche un servizio di consegna nelle principali sedi dello stesso. Per maggiori informazioni: https://aziendagraria.uniud.it/

Sullo stesso tema

Venerdì 2 Dicembre

Viticoltura, un mosaico e una stele per celebrare radici storiche e formazione

Posizionate nel polo scientifico le copie di due antiche opere rinvenute nella zona di Aquileia riguardanti la produzione del vino

Sabato 19 Novembre

Trent'anni di formazione vitivinicola, Ateneo in festa. In partenza nuovo master

Università prima, in Italia, per numero di enologi laureati (quasi 1200), a gennaio l’avvio del master in Gestione della filiera vitivinicola

Martedì 15 Novembre

Viticoltura ed enologia, Ateneo in festa per i trent'anni di formazione

Sabato 19 novembre, dalle 9.30 alle 12.30, al polo economico di via Tomadini 30/A