Premiata l’attività dell’università di Udine

Dottorati di ricerca: aumentano le borse dopo la valutazione

Il ministero ne ha finanziate 16 in più per quasi 600 mila euro

Il ministero per l’Università e la Ricerca promuove la ricerca dell’ Università di Udine assegnando 16 borse di dottorato che saranno finanziate una somma pari a 591 mila 446 euro. I finanziamenti per le borse sono stati attribuiti agli atenei sulla base della relazioni del Comitato nazionale per la valutazione del sistema universitario in merito al “Fondo per il sostegno dei giovani e per favorire la mobilità degli studenti”. L’anno scorso le borse in più erano state 15. Le 16 borse di dottorato di quest’anno andranno a sommarsi a quelle che l’ università di Udine già finanzia ogni anno.

 Sono stati otto i settori innovativi che sono rientrati nella selezione del ministero, due dei quali hanno ottenuto la quota maggiore di finanziamento (rispettivamente con quattro e tre borse di dottorato): valorizzazione dei prodotti tipici dell’agroalimentare e sicurezza alimentare e l’Ict e la componentistica elettronica. Tra gli altri ambiti di ricerca finanziati, ci sono anche quelli relativi alla salute dell’uomo, al risparmio energico, ai trasporti e alla logistica avanzata, alla cantieristica e all’aeronautica con capacità di penetrazione nei mercati esteri, ai sistemi avanzati di manifattura per il “Made in Italy” soprattutto in riferimento ad abbigliamento, tessile e meccanica strumentale. “Questo riconoscimento – sottolinea il rettore Furio Honsell - premia ulteriormente quanto abbiamo realizzato negli ultimi anni a favore della ricerca di eccellenza e permetterà di potenziare la presenza di dottori di ricerca nel sistema economico friulano, ancora poco consapevole del ruolo strategico di “ambasciatori dell’innovazione” che questi soggetti possono svolgere”.

 Ma quali i criteri utilizzati per analizzare le proposte pervenute dagli atenei italiani? Dopo aver verificato i requisiti di base, sono stati tenuti in considerazione parametri come la possibilità di collaborazione con soggetti pubblici e privati, sia italiani che stranieri, per consentire ai giovani lo svolgimento di esperienze di lavoro, la previsione di percorsi formativi orientati alla ricerca di alta qualificazione nelle università e negli enti pubblici o privati, la possibilità di collaborazione scientifica in università straniere attraverso la realizzazione di tesi in co-tutela. E ancora: l’esistenza di collaborazioni con sedi straniere, che prevedano il reciproco riconoscimento dei titoli, la qualità della produzione scientifica del collegio dei docenti e, in particolare, la loro diffusione internazionale, la presenza nel collegio dei docenti delle competenze disciplinari richieste per lo svolgimento di un’attività di ricerca nell’ambito prescelto, la collaborazione con altri atenei e con strutture di ricerca nazionali e internazionali.

Borse di dottorato di ricerca assegnate dal Miur con il "Fondo per il sostegno dei giovani"

 Ambito di indagine  Borse assegnate  Contributo assegnato
 Valorizzazione dei prodotti tipici dell'agroalimentare 4  147.861,68
 Ict e componentistica elettronica  3  110.896,26
 Trasporti e logistica avanzata  2  73.930,84
 Salute dell'uomo  2  73.930,84
 Cantieristica, aeronautica, elicotteristica con capacità di penetrazione nei mercati esteri  2  73.930,84
 Sistemi avanzati di manifattura per il Made in Italy come tessile, abbigliamento, meccanica strumentale  1  36.965,42
 Risparmio energetico  1  36.965,42
 Rilancio dell'industria farmaceutica  1  36.965,42
 Totale  16  591.446,72

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sullo stesso tema

Martedì 7 Giugno

Dottorati di ricerca, aperte le iscrizioni al concorso per gli 11 corsi dell’a.a. 2022/23

Presentazione delle domande entro il 22 giugno e il 20 luglio

Mercoledì 19 Gennaio

Dottorandi: bando per fare ricerca all’estero

Candidature dal 24 gennaio al 1° settembre

Mercoledì 8 Settembre

Ricerca e imprenditorialità: dall’idea alla start up

Innovativo corso di formazione per dottorandi