Gorizia, riapre il servizio della mensa universitaria

Attivo da lunedì a venerdì, dalle 13 alle 14, nel polo di via Alviano

Foto Luca Laureati

«La ripartenza del servizio mensa per gli studenti di Gorizia, che mancava da una decina d’anni, è un segnale importante volto al potenziamento della vocazione universitaria e internazionale di questa città nell’ambito del sistema formativo e di diritto allo studio del Friuli Venezia Giulia. Il nuovo punto ristoro potrà essere utilizzato potenzialmente dai 1700 iscritti a entrambi gli atenei, dai giovani che frequentano gli istituti tecnici statali e da tutto il personale universitario».

Lo ha affermato l’assessore all’Università Alessia Rosolen durante la presentazione del servizio mensa per gli studenti degli atenei di Trieste e di Udine che seguono i corsi attivati presso le rispettive sedi di Gorizia e che prenderà il via ufficialmente lunedì 21 febbraio.

«Auspichiamo che gli universitari possano fruire fin dal prossimo lunedì di questa rilevante opportunità. Saranno proprio le ragazze e i ragazzi che frequentano i corsi nel capoluogo isontino a decretare, con la loro presenza e la prenotazione dei pasti, il successo e la sostenibilità economica di questa iniziativa».

Nel ringraziare gli studenti, l’Agenzia per il diritto allo studio (Ardis), gli Atenei di Trieste e Udine, il Comune, la Camera di Commercio Venezia Giulia e la società che garantirà l’operatività del punto ristoro, l’assessore Rosolen ha sottolineato il cambio di passo imposto dall'attuale Amministrazione regionale.

«L’unificazione di tutti i servizi legati al diritto allo studio sull'intero territorio del Friuli Venezia Giulia indipendentemente dall’università di appartenenza, frutto di scelte politiche che fortemente abbiamo voluto, sta dimostrando ogni giorno di più la sua efficacia».

Pur non presenti alla conferenza stampa a causa di altri impegni istituzionali, i rettori dei due atenei hanno comunque voluto commentare questa riapertura attesa da lungo tempo.

«Con il nuovo punto di ristoro l'Università di Trieste vuole rispondere all'esigenza di studenti, docenti e personale tecnico amministrativo di vivere in maniera sempre più completa gli spazi del Polo goriziano – afferma il rettore dell’Ateneo giuliano Roberto Di Lenarda –. È il primo importante passo che inaugura il processo di rinnovamento e implementazione della sede isontina su cui abbiamo volontà di investire a più livelli. Ringrazio Regione, Ardis, Cciaa e Comune di Gorizia per averci aiutato a riattivare questo servizio essenziale dopo un periodo di stop forzato».

«Esprimo grande soddisfazione per questa iniziativa con cui la Regione ha voluto fornire una risposta concreta alla necessità degli studenti dei due atenei che gravitano a Gorizia. L’apertura di un punto ristoro – sottolinea il rettore dell'Università di Udine Roberto Pinton – rappresenta un momento importante tanto più in un momento come questo in cui la necessità di fare comunità è diventata ancora più forte a causa della pandemia».

Il punto mensa sarà attivo dal lunedì al venerdì, dalle 13 alle 14, nell’Aula Ristoro 1 messa a disposizione dall’Università di Trieste al piano terra del Polo di via Alviano 18 attraverso la consegna di pasti monoporzione che – precisazione fondamentale – andranno confermati entro le ore 6 del mattino.

Le prenotazioni e i pagamenti dei pasti andranno effettuati attraverso la app “bookAmeal” scaricabile dalle piattaforme Android e ioS. Le tariffe variano dai 2,15 ai 4,80 euro per il pasto intero a seconda della fascia Isee di appartenenza.

Per migliorare la fruibilità di questo servizio Ardis ha fatto eseguire anche alcuni lavori di adeguamento degli spazi con relativa ristrutturazione investendo circa 320mila euro mentre l'allestimento degli arredi è stato curato dallo stesso ateneo giuliano.

Il progetto sarà curato dalla ditta Sodexo che già gestisce le mense universitarie di Trieste, Pordenone e Gemona del Friuli. L’appalto di 140.400 euro scadrà il 31 luglio del 2023.

Altra novità di rilievo, gli utenti avranno a disposizione tre menù differenti che saranno pubblicati settimanalmente nella pagina “Ristorazione” del sito internet di Ardis: giornaliero, leggero e vegetariano.

Sullo stesso tema

Venerdì 29 Aprile

Gorizia, ritorna l’Open Day in presenza dedicato agli studenti delle scuole superiori

Lunedì 2 maggio, dalle 9, nel complesso di Santa Chiara

Giovedì 3 Marzo

Un futuro per la Stella Matutina di Gorizia: accordo tra ateneo di Udine e Soprintendenza

A disposizione un milione 250mila euro per la riqualificazione