Apertura giovedì 8 aprile alle 9.30 a palazzo Antonini

Letteratura italiana del ‘700, congresso internazionale con Marc Fumaroli

Iniziativa organizzata dalla Ssis dell’Ateneo con la collaborazione scientifica dello storico Collège de France

“La Repubblica delle Lettere, il Settecento italiano e la Scuola del secolo XXI” è il tema del congresso internazionale che si terrà da giovedì 8 a sabato 10 aprile a palazzo Antonini a Udine. L’iniziativa prevede la partecipazione di una quarantina tra i maggiori specialisti della letteratura italiana del Settecento, provenienti da Atenei nazionali ed europei, ed è organizzata dalla Scuola di specializzazione per l’insegnamento nella scuola secondaria (Ssis) dell’Università di Udine, con la collaborazione scientifica dello storico Collège de France.
 
All’apertura dei lavori, giovedì 8 aprile alle 9.30 nella sala convegni di palazzo Antonini, è prevista la partecipazione, tra gli altri, del rettore Cristiana Compagno, dell’assessore regionale alla Cultura Roberto Molinaro, del preside della facoltà di Lettere Andrea Tabarroni, del presidente di Agemont e preside della facoltà di Ingegneria Alberto Felice De Toni, del presidente della Fondazione Crup Lionello D’Agostini, del presidente dell’Associazione degli Italianisti (Adi) Amedeo Quondam. La prolusione sarà affidata al celebre storico e saggista Marc Fumaroli, Accademico di Francia e membro del Collège de France. Il congresso è organizzato con il sostegno della Regione Fvg, Fondazione Crup, Agemont e Camera di Commercio di Udine.
 

Sullo stesso tema

Mercoledì 18 Aprile

La Repubblica delle Lettere nel ‘700, pubblicati gli atti del congresso internazionale

Interventi di Renzo Cremante, Arnaldo Bruni e Fabrizio Serra

Sabato 21 Maggio

Formazione degli insegnanti delle Scuole, via libera all'attivazione dei corsi di laurea

I nuovi percorsi sostituiranno le SSIS disattivate nel 2008 dal Ministero

Venerdì 2 Aprile

La Repubblica delle Lettere nel ‘700: 40 studiosi di Italianistica a congresso

Apertura affidata al noto Accademico di Francia Marc Fumaroli