Consegnate ieri due lauree magistrali internazionali

Letterature al centro di una formazione di alto livello tra Udine e Ottawa

Eliana Fortunato e Katarina Ghdaye hanno concluso il percorso “Double Degree Master of Arts in World Literatures and Cultures”

Con le prime lauree magistrali internazionali di Eliana Fortunato e Katarina Ghdaye, si è concluso con successo ieri il lungo percorso di istituzione e implementazione del “Double Degree Master of Arts in World Literatures and Cultures” dell’Università di Ottawa e Laurea magistrale in Lingue e letterature europee ed extra-europee dell’Università di Udine.
L’iniziativa è partita durante una visita in Canada della ex rettrice Cristiana Compagno, accompagnata dalla referente per il Canada, Annapia De Luca, componente di spicco dell’anglistica canadese nell’allora Facoltà di Lingue e Letterature Straniere, che, dagli inizi e per molti anni, fino al suo pensionamento, ha attivato e coordinato i contatti e gli scambi con molte università canadesi.
 
Antonella Riem, già preside della Facoltà di Lingue e letterature straniere dell’ateneo friulano quando vennero avviati i lavori per il doppio titolo e Delegata d’area per l’Internazionalizzazione quando, nel giugno 2014, venne siglato l’accordo dal nuovo rettore dell’Università di Udine Alberto De Toni e Jacques Frémont, presidente e vice-chancellor dell’Università di Ottawa, si è detta molto felice di quest’ottimo risultato. «Ringrazio quanti hanno lavorato negli anni per ottenere questo risultato e sciogliere le complessità didattiche, organizzative e logistiche che di volta in volta si sono presentate. In primis chi ha ‘iniziato l’opera’ – ha spiegato – ovvero le professoresse Compagno e De Luca, e chi l’ha seguita nelle fasi successive, la docente Alessandra Ferraro, ora referente del doppio titolo per Udine, e la professoressa Cristina Perissinotto referente di Ottawa». Un ringraziamento particolare è rivolto anche a Manuela Croatto, capoarea dei Servizi agli studenti, e a Sonia Bosero dell’Ufficio Mobilità Internazionale.
 
«Si tratta – ha commentato ancora Antonella Riem, oggi direttrice del Dipartimento di Lingue e letterature, comunicazione, formazione e società, in cui ha sede il doppio titolo – di un risultato notevole per i corsi di lingue e letterature straniere della nostra Università, che ci vede ‘uniti’ a una delle più grandi e prestigiose università canadesi in un percorso innovativo che mette le letterature al centro di una formazione di alto livello internazionale». Riem e l’ateneo friulano hanno espresso vive congratulazioni e i migliori auspici a Eliana Fortunato di Uniud, giunta in Friuli da un’altra sede italiana (Chieti, Abruzzo) proprio per seguire questo corso, e Katarina Ghdaye, studentessa di Ottawa, «che hanno perseguito con tenacia, competenza e ottimi risultati questo loro obiettivo», ha aggiunto la Delegata d’area per l’Internazionalizzazione.
 
«Essendo canadese, è stato per me un grande piacere laurearmi in Italia e in Canada – ha commentato Katarina Ghdaye –, ottenendo una preparazione vasta, attraverso due corsi di laurea multidisciplinari». Con tesi scritta in lingua inglese, la neodottoressa ha perfezionato l’inglese e il francese in Canada, l’italiano a Udine.
«Per me un’esperienza di vita impegnativa, ma molto appagante – ha detto Eliana Fortunato –, che mi ha dato molte soddisfazioni e che si spera le dia anche in futuro, grazie alle solide competenze acquisite attraverso questo percorso sia per la lingua francese, sia per l’inglese».
 
«Questo double degree con il Canada – ha affermato il rettore De Toni – è uno dei tasselli di una politica di internazionalizzazione che vogliamo spingere anche in altre aree extraeuropee. Ci rende particolarmente orgogliosi – ha aggiunto –, perché un percorso formativo di questo genere è un unicum in regione e anche nel Nordest. È il frutto di un lungo iter preparatorio, partito dalle docenti De Luca e Ferraro, poi sviluppato dalla rettrice che mi ha preceduto e dalla professoressa Riem. Il risultato di un grande e intenso lavoro di squadra di questo ateneo, che è stato portato avanti nel corso degli anni».

Sullo stesso tema

Venerdì 26 Luglio

Ezio Bortolussi, l'uomo dei grattacieli laureato Ingegnere Civile da Uniud

Oggi la solenne cerimonia al polo di via Tomadini a Udine. Il neodottore: “Credo che il futuro sia fatto di idee”

Venerdì 19 Ottobre

Il Canada visto dal Friuli: identità e relazioni interculturali

Convegno internazionale nel ventennale del Centro di cultura canadese dell’Università di Udine

Lunedì 26 Febbraio

In Canada con le imprese dell’innovazione

Missione guidata da Cciaa e Confindustria, con i partner del Desk Icco, Friuli Innovazione e Università di Udine