Via alla stagione delle vendemmie in Azienda agraria 'Servadei' per la produzione del Vino dell’Università

Ieri la visita nella sede di S. Osvaldo da parte del rettore e del direttore generale

Il rettore Roberto Pinton e il direttore generale Massimo Di Silverio hanno fatto visita ieri, 30 luglio, all’Azienda agraria universitaria “Antonio Servadei”, nella sede di S. Osvaldo alle porte di Udine. Accompagnati dal direttore dell’Azienda, Edi Piasentier, dal responsabile tecnico, Gianni Tassan, e dal responsabile dei vivai e delle colture di pregio aziendali, Moreno Greatti, Pinton e Di Silverio hanno potuto apprezzare la qualità delle uve commerciali dell’azienda, prossime alla vendemmia.

Le uve dei vitigni resistenti a bacca bianca, Soreli e Fleurtai, a cui si aggiungeranno nei prossimi anni il Sauvignon Nepis e i vigni a bacca rossa Cabernet Eidos e Merlot Kanthus di recentissimo impianto in coltivazione biologica, saranno trasformate in vino confezionato in bottiglia. Le uve di Pinot grigio saranno trasformate in vino in confezioni da 5 litri.

Il Vino dell’Università sarà offerto al personale dell’ateneo a prezzi di favore. Il vino per l’autoconsumo dà avvio al progetto “Agricoltura di comunità in, con, per l’università” che vede impegnata l’Azienda Servadei in un modello di produzione sostenibile e di consumo di alimenti sani e buoni per la comunità universitaria.

Sullo stesso tema

Giovedì 7 Aprile

Olio extra-vergine di oliva: si intensifica la produzione all'Azienda agraria dell'Ateneo friulano

Messi a dimora ulteriori 200 olivi. In caso di una buona annata, il 2022 sarà il primo anno in cui l’azienda Servadei potrà offrire il nuovo prodotto

Venerdì 18 Marzo

Vitigni resistenti: il presidente dell’Ufficio comunitario delle varietà vegetali in visita all’Ateneo e all’IGA

Francesco Mattina sarà a Rauscedo e a Udine per conoscere un caso esemplare di collaborazione tra ricerca pubblica e impresa

Mercoledì 16 Febbraio

Assegnazione degli orti per il personale dell’Ateneo

Disponibili tre lotti, domande entro il 15 marzo