Fino al 31 luglio alla Galleria Harry Bertoia

In mostra l’“Italia Metafisica” di George Tatge a Pordenone

Esposte 66 immagini su simboli, segni e geometrie dell’Italia

Il Comune di Pordenone, in collaborazione con la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, ha presentato sabato 18 marzo la mostra fotografica dal titolo “Italia Metafisica” del fotografo turco George Tatge, allestita negli spazi della Galleria Harry Bertoia di Pordenone e visitabile fino al 31 luglio. L’artista racconta l’Italia ritraendo le “tracce” lasciate dall’uomo sul territorio in 66 fotografie, in bianco e nero: dalle costruzioni architettoniche agli edifici minori, ai manufatti di ogni tipo che l’uomo ha costruito.
 
Le immagini proposte da Tatge, da più di quarant’anni in Italia, oltre a rappresentare l’architettura italiana, mostrano gli interventi dell’uomo sul nostro territorio, con i significati sociali, industriali e religiosi che comportano. La scelta del termine “Metafisica” vuole mettere in luce l’obiettivo dell’autore: utilizzare un luogo fisico per esprimere un concetto astratto o un determinato stato d’animo.
 
Una delle peculiarità di “Italia Metafisica” sono i 132 particolari estratti dalle 66 immagini in mostra, esposte in un’altra sala della Galleria Bertoia. Grazie all’uso di negativi di grande formato è stato possibile estrarre dettagli che si presentano quasi come immagini nuove. «Come il mondo che si apre all’esplorazione dei fotografi, la singola fotografia - afferma Tatge - può contenere un mondo di immagini».
 
Il catalogo della mostra, edito da Contrasto, è risultato vincitore nel 2015 dell’International Photograph Award della Lucie Foundation di New York, e nel 2016 il catalogo ha ricevuto il prestigioso Premio Ernest Hemingway di Lignano Sabbiadoro.
 
La mostra è aperta da mercoledì a domenica dalle 15 alle 19; per maggiori informazioni chiamare il numero 0434.392916, o scrivere via email a attivitaculturali@comune.pordenone.it

Sullo stesso tema

Lunedì 13 Giugno

Ultimi giorni della mostra “Qui si parla italiano, qui si saluta romanamente...”

Venerdì 17 giugno, alle 16, evento conclusivo a Palazzo di Toppo Wassermann a Udine

Martedì 31 Maggio

Si apre la mostra “Che genere di voto. Immagini e parole dalla stampa friulana sul primo voto alle donne 1946-1948”

La mostra, con il patrocinio dell’Università di Udine e del Comitato unico di garanzia dell’Ateneo, sarà inaugurata il 1 giugno a Palazzo Antonini

Martedì 31 Maggio

“Qui si parla italiano, qui si saluta romanamente...”

A Palazzo di Toppo Wasserman, a Udine, la mostra sulla storia e la memoria dei campi di concentramento fascisti