Doppio appuntamento organizzato dagli Atenei di Venezia e Udine

“Emergenza e riemersione: le prospettive del diritto del lavoro prima e dopo”

Webinar nazionale promosso dalla rivista “Labor”

“Emergenza e riemersione. Le prospettive del diritto del lavoro prima e dopo” è il titolo del webinar nazionale promosso dalla prestigiosa rivista “Labor. Il lavoro nel diritto”. Il seminario interattivo online sarà un’occasione di confronto e divulgazione delle riflessioni attuali sulle prospettive del diritto del lavoro, anche alla luce dei cambiamenti attuali e futuri conseguenti alla pandemia.

Il webinar, suddiviso in due pomeriggi, dalle 15.30 alle 17.30, si svolgerà mercoledì 13 maggio, organizzato dall’Università di Venezia Ca’ Foscari, (per partecipare), e mercoledì 27 maggio, organizzato dall’Università di Udine (per partecipare, usando Google Chrome). Quest’ultimo appuntamento sarà successivamente disponibile anche sul canale YouTube dell’ateneo friulano “Play Uniud”. Il webinar si inserisce nei “Dialoghi di diritto del lavoro” promossi da Labor.

«Di fronte all’emergenza che stiamo vivendo – dice il rettore dell’Università di Udine, Roberto Pinton - urge avviare un dibattito e un dialogo che consenta di affrontare il prossimo futuro con un idoneo bagaglio di valori e regole. L’Università di Udine è pronta ad affrontare la sfida». «L’impatto della pandemia sul tessuto economico e produttivo del Paese – aggiunge Marina Brollo, delegata dell’ateneo di Udine per il trasferimento della conoscenza e condirettrice della rivista Labor - richiede un forte ripensamento delle regole del lavoro. La cassetta degli attrezzi giuridici dello scorso secolo dovrà essere in gran parte aggiornata, per allestire tutele e garanzie per lavoratori e imprese adatte ad affrontare la nuova questione sociale».

I lavori delle due giornate saranno introdotti e coordinati da Oronzo Mazzotta. Mercoledì 13 maggio interverranno: Maria Teresa Carinci su Obbligo di sicurezza e responsabilità datoriale prima e dopo; Riccardo Del Punta su Il ruolo degli ammortizzatori sociali; Vincenzo Ferrante su Le fonti e il dialogo sociale; Roberto Pessi su I modelli contrattuali alle prese dell’emergenza; Roberto Romei su Il lavoro a distanza; Carlo Zoli su I licenziamenti. Le conclusioni saranno affidate ad Adalberto Perulli.

La seconda giornata di mercoledì 27 maggio si aprirà con i saluti del rettore dell’Università di Udine, Roberto Pinton. Si susseguiranno quindi gli interventi di: Carlo Cester, Arturo Maresca, Luca Nogler, Marcello Pedrazzoli e Franco Scarpelli rispettivamente dedicati a Permessi, ferie e malattia; Flessibilità v. rigidità; Gli ammortizzatori sociali nell’artigianato; L’emergenza nel quadro della Costituzione economica e del lavoro; I licenziamenti. Trarrà le conclusioni Marina Brollo.

Sullo stesso tema

Venerdì 17 Giugno

Occupazione dei laureati: Ateneo di Udine al quarto posto in Italia

Il 95% dei laureati magistrali lavora a 5 anni dal titolo Sopra la media italiana anche l’occupazione dei laureati a un anno dalla laurea: lavora il 79% dei triennali (74,5% in Italia) e l’85% dei magistrali (74,6% in Italia) Il 90,5% dei laureati è soddisfatto dell’esperienza universitaria a Udine

Venerdì 22 Aprile

Il lavoro degli stranieri, incontro di approfondimento

Giovedì 28 aprile, alle 10, aula 3 del polo economico giuridico

Domenica 17 Aprile

Lavoro impoverito e formazione per l'occupabilità

Seminario mercoledì 20 aprile, alle 10, in diretta streaming