Da settembre a dicembre, nel polo di via Tomadini a Udine

Economia, cinque incontri con studiosi di fama internazionale

Organizzati dalla laurea magistrale in Economics-Scienze economiche del Dipartimento di Scienze economiche e statistiche

Il polo economico

Cinque seminari con economisti di fama internazionale, su argomenti di teoria e politica economica e storia dell’analisi economica. Li organizza, tra settembre e dicembre, il corso di laurea magistrale in Economics-Scienze economiche del Dipartimento di Scienze economiche e statistiche dell’Università di Udine. Gli incontri, in lingua inglese, sono coordinati da Francesca Busetto, professoressa di Economia politica e coordinatrice della laurea magistrale, e Giulio Codognato, professore di Economia politica.

I seminari si svolgeranno nell’aula 1, del polo di via Tomadini, con inizio alle 14.30, nell’ambito delle attività del Laboratorio di didattica avanzata di "Storia e critica dell’analisi economica". 

Nel primo, giovedì 26 settembre, Rim Lahmandi-Ayed, dell’Università di Cartagine (Tunisia), parlerà di "Vertical differentiation and application to environmental economics". La professoressa Lahmandi-Ayed insegna all’Ecole Supérieure de la Statistique et de l'Analyse de l'Information dell’ateneo tunisino. Si occupa principalmente della teoria della concorrenza imperfetta nei modelli di equilibrio economico generale e parziale e delle sue applicazioni. È autrice di numerosi articoli su riviste internazionali di teoria economica e di economia applicata.

Giovedì 10 ottobre, Michele Boldrin, della Washington University in Saint Louis (Stati Uniti), interverrà sul tema "Growth theory and development facts. Back to basics". Boldrin è Joseph Gibson Hoyt Distinguished Professor in Arts & Sciences. Pubblica nelle più importanti riviste internazionali di scienze economiche ed è autore di libri tra i quali "Against intellectual monopoly" (Cambridge University Press), scritto con David Levine. È noto al grande pubblico per i suoi interventi su temi economici di attualità sui vari media.

Giovedì 24 ottobre, seminario di Rodolphe Dos Santos Ferreira, professore emerito di Scienze economiche dell’Università di Strasburgo (Francia), su "The Economics of competition, collusion and in-between: modelling oligopolistic competition in multisectoral economies". Dos Santos Ferreira è fra i maggiori specialisti di teoria della concorrenza imperfetta a livello internazionale. Le sue ricerche spaziano dall’analisi parziale alla teoria dell’equilibrio economico generale, dalla macroeconomia alla storia dell’analisi economica.

L’incontro di giovedì 7 novembre sarà con Ben Heijdra, professore di economia dell’Università di Groningen (Paesi Bassi) che parlerà di ʺEnvironmental macroeconomics with multiple equilibria". Heijdra è autore di numerosi articoli scientifici, soprattutto su temi di macroeconomia, e di libri, tra i quali "Foundations of modern macroeconomics" (Oxford University Press), manuale tra i più utilizzati per lo studio della macroeconomia.

Infine, giovedì 5 dicembre, Shlomo Weber, professore di economia (ed ex rettore) della New Economic School a Mosca, terrà un seminario sul tema "Economics of language". Weber è anche professore emerito di economia della Southern Methodist University a Dallas (Stati Uniti). È autore di articoli che vanno dalla teoria dei giochi alla teoria economica, dall'economia pubblica all'economia dell'ex Unione Sovietica, pubblicati dalle maggiori riviste internazionali di economia e teoria dei giochi. Ha scritto importanti monografie tra le quali ʺEconomics of linguistic diversityʺ (Princeton University Press), a quattro mani con Victor Ginsburgh.

Sullo stesso tema

Venerdì 10 Giugno

Undici argentini di origini friulane al corso “valori identitari e imprenditorialità”

Lunedì 13, alle 10, a Palazzo Florio, inaugurazione del percorso formativo su identità, lingua e cultura italiana e friulana, conoscenza culturale ed economica del territorio

Giovedì 9 Giugno

Vent’anni di Scienze dell’architettura a Udine: summer school dedicata a Palladio

Il 13 e 14 giugno focus con studiosi internazionali sulle nuove frontiere dell’architettura tra digitalizzazione, realtà virtuale e aumentata. Quest’anno il corso ha aumentato gli immatricolati del 36%