Giovedì 16 dicembre alle ore 18.30 la cerimonia di consegna a Palazzo Ragazzoni, Sacile

Infermieristica, una studentessa si aggiudica il premio in memoria di Ivana Cimolai

La borsa di studio, istituita dal Rotary Club Sacile Centenario e dall’Ateneo, è un tributo all’imprenditrice pordenonese scomparsa un anno fa

Un riconoscimento all’impegno profuso negli studi e alle capacità mostrate durante l’attività di tirocinio, resa comunque possibile nonostante le difficoltà imposte dalla pandemia. Acquista dunque ancora più valore per Linda Castagnoli, residente a Brugnera e studentessa al terzo anno del Corso di laurea in Infermieristica a Pordenone (Dipartimento di Area Medica UniUD), il Premio “Ricordando Ivana Cimolai”, istituito dal Rotary Club Sacile Centenario in collaborazione con l’Università di Udine.

Una borsa di studio del valore di 2 mila euro che proprio giovedì 16 dicembre, nella storica cornice di Palazzo Ragazzoni a Sacile, verrà consegnata alla presenza delle autorità locali e di rappresentanti dell’Ateneo alla giovane studentessa, distintasi per l’operato reso nei reparti di degenza durante il tirocinio.

«Si tratta di un premio che valorizza la competenza agita degli studenti e le eccellenze in queste raggiunte nei primi due anni di formazione infermieristica che costituiscono la base del futuro professionale – spiega la Prof.ssa Alvisa Palese, Coordinatrice del Corso di laurea (sedi di Udine e Pordenone) - Siamo onorati di avere accolto l'invito del Rotary Club di Sacile in questo percorso perché il tanto dimostra il legame stretto che si è generato con il territorio da parte del Corso di Studio del Dipartimento di Area Medica  e nel complesso di tutti i Corsi della sede di Pordenone dell’ateneo ma anche una importante occasione di riconoscimento della rilevanza della professione infermieristica nella presa in carico delle persone e dei famigliari».

La stessa rilevanza riconosciuta e sentita anche da Ivana Cimolai, come ricorda il dott. Giacomo Panarello, socio del Rotary Club Sacile Centenario e promotore dell’iniziativa. «Il Premio è nato effettivamente dalla sua volontà – sottolinea - Attenta ai giovani e desiderosa di supportarli valorizzandone i meriti, Ivana è stata parte fortemente attiva e integrante del nostro Club. A lei il merito di avere contribuito, in oltre 15 anni di grande impegno, alla indubbia crescita di questa realtà».

Sullo stesso tema

Mercoledì 8 Febbraio

Premiato a Berlino Gian Luca Gardini, docente di storia delle relazioni internazionali

Per il contributo alla conoscenza e diffusione della politica estera argentina

Martedì 31 Gennaio

Dottorati, cerimonia di benvenuto ai nuovi iscritti e premiazioni delle migliori tesi

Venerdì 3 febbraio, alle 15, nella Biblioteca del polo universitario di via delle Scienze

Sabato 21 Gennaio

Infermieristica, assegnato il premio 'Ivana Cimolai' giunto alla 2ª edizione

Nicola Puppi, di Cordenons, si è distinto nel tirocinio svolto presso strutture sanitarie del territorio e in un ospedale di Lisbona