Insegnanti specializzandi in agitazione: pieno appoggio dall'ateneo di Udine

Rischio di chiusura anticipata delle graduatorie permanenti

        Impegno assicurato, da parte del rettore dell'ateneo di Udine, Furio Honsell, per la tutela dei diritti degli specializzandi della Ssis. "Siamo preoccupati - spiega il rappresentante degli specializzandi udinesi del secondo anno, Andrea Maggi - per il rischio di essere esclusi dalle graduatorie permanenti, una volta giunti al termine del percorso di studi, dal momento che queste, come dati ufficiosi indicano, potrebbero essere chiuse nel marzo del 2004". Il piano di studi biennale si chiuderà nel maggio del 2004, "mentre dal Ministero dell'istruzione - precisa Maggi - giungono da mesi notizie non ancora ufficiali che indicherebbero come ultimo termine per l'iscrizione alle graduatorie permanenti il 31 marzo 2004". Gli specializzandi del secondo anno della Ssis-Udine chiedono che sia attuata al più presto una forte pressione al Ministero dell’Istruzione affinché essi possano essere inseriti nelle graduatorie permanenti per il prossimo anno scolastico. In particolare, che vengano garantiti sia l’espletamento degli esami di Stato entro marzo 2004, se la scadenza sarà realmente questa, sia, attraverso un documento ufficiale dal Ministero, l’ammissione alle graduatorie con riserva per tutti coloro che si abiliteranno alla Ssis nelle sessioni di esami di Stato previste a maggio 2004”.
 
        L'Associazione nazionale insegnanti ed educatori in formazione (Anief) ha comunicato di aver appreso per vie ufficiose, durante un incontro al Miur, che nel decreto ministeriale che disciplinerà l'iscrizione e l'aggiornamento delle graduatorie permanenti non sarebbe prevista alcuna iscrizione con riserva per gli specializzandi Ssis, che, allo stato attuale, potrebbero ottenere l'iscrizione soltanto nel 2006, come da decreto di legge 2529, in discussione in Senato. A preoccupare gli specializzandi udinesi c'è anche la notizia, comunicata dalla Ssis di Pavia, della decisione della giunta Scuola interuniversitaria lombarda di specializzazione per l'insegnamento secondario, sezione di Milano(Silsis-Mi), che avrebbe stabilito di compattare gli orari delle lezioni per permettere agli specializzandi pavesi di concludere il loro percorso di specializzazione entro il marzo 2004.
 
        "Il mancato espletamento degli esami di Stato da parte degli specializzandi entro marzo 2004 - ribadisce Maggi - rischia di creare una grave disparità di trattamento tra specializzandi e specializzati dei cicli precedenti, che hanno potuto espletare gli esami di Stato in tempo utile ai fini dell'immissione nelle graduatorie permanenti. In ambito nazionale la disparità di trattamento si allargherebbe anche tra specializzandi di diverse sedi Ssis che consentono o meno l'espletamento dell'esame di Stato entro marzo 2004, pur seguendo un percorso formativo ugualmente qualificante".

Sullo stesso tema

Sabato 21 Maggio

Formazione degli insegnanti delle Scuole, via libera all'attivazione dei corsi di laurea

I nuovi percorsi sostituiranno le SSIS disattivate nel 2008 dal Ministero

Mercoledì 7 Aprile

Letteratura italiana del ‘700, congresso internazionale con Marc Fumaroli

Iniziativa organizzata dalla Ssis dell’Ateneo con la collaborazione scientifica dello storico Collège de France

Venerdì 2 Aprile

La Repubblica delle Lettere nel ‘700: 40 studiosi di Italianistica a congresso

Apertura affidata al noto Accademico di Francia Marc Fumaroli