Incontri della Scuola di specializzazione in Beni storico artistici

Gennaio tra arte e storia

Conferenze il 20, 21, 22 gennaio dalle 17 alle 19 a palazzo Caiselli

La Scuola di specializzazione in Beni storico artistici dell’Università di Udine organizza tre conferenze il 20, 21 e 22 gennaio, che si terranno dalle 17 alle 19, nel Salone del Tiepolo di palazzo Caiselli (vicolo Florio, 2) a Udine. Una tre giorni aperta al pubblico, dedicata alla storia dell’arte e del collezionismo da Raffaello al futurismo e alle tecniche più innovative per lo studio delle opere pittoriche.

A dare il via al ciclo di conferenze sarà Francesca del Torre, curatrice per la pittura italiana del Rinascimento alla Gemäldegalerie del Kunsthistorisches Museum di Vienna, che martedì 20 parlerà su “Gli Asburgo collezionisti dei Bassano”.

Mercoledì 21 Mattia Patti, ricercatore di Storia dell’arte contemporanea dell’Università di Pisa e responsabile del progetto Futurama, relazionerà sulle “Tecniche pittoriche tra divisionismo e futurismo: il contributo delle indagini non invasive”.

Il ciclo di conferenze si concluderà giovedì 22 con Paolo Violini, maestro restauratore dei Musei Vaticani, coordinatore dei restauri delle stanze di Raffaello, che parlerà di “Raffaello in Vaticano tra il 1508 e il 1514. Evoluzione della tecnica e maturazione dello stile”.

Sullo stesso tema

Martedì 10 Novembre

Scuola di specializzazione in beni storico-artistici: domande di ammissione entro il 25 novembre

Percorso di formazione per acquisire un profilo professionale nel settore della tutela, gestione e valorizzazione del patrimonio storico-artistico

Mercoledì 19 Agosto

Scuola di specializzazione in Beni storico-artistici: domande di ammissione fino all’autunno

Programmati fra novembre e dicembre i termini per le candidature, l’esame di ammissione e l’immatricolazione

Mercoledì 21 Giugno

20 posti a concorso per l’ammissione alla Scuola di specializzazione in beni storico-artistici

Nata nel 1997 ha formato oltre 190 specialisti nella tutela, gestione e valorizzazione del patrimonio storico-artistico