Giornata della memoria: alla Scuola Superiore, dialogo immaginario con Primo Levi

Lunedì 27 gennaio “Il segno del chimico”. Appuntamento aperto a comunità universitaria e scuole superiori

In occasione della giornata della Memoria, la Scuola Superiore dell’Università di Udine organizza una serata di lettura, destinata alla comunità universitaria e alle scuole secondarie superiori, dal titolo “Il segno del chimico”, dialogo immaginario con Primo Levi, a cura di Domenico Scarpa.

L’evento rientra fra le iniziative culturali promosse dalla Scuola Superiore in collaborazione con la Fondazione Friuli, il Centro Internazionale di Studi Primo Levi e il Comitato Nazionale per le Celebrazioni del Centenario della nascita di Primo Levi, ed è riconosciuto e autorizzato dal Comitato nazionale per le celebrazioni dei cento anni dalla nascita di Primo Levi. L’appuntamento è per lunedì 27 gennaio alle ore 18.30 presso l’Aula 4 ‘Pasolini’ di palazzo di Toppo Wassermann, in via Gemona 92 a Udine.

«In occasione dei cento anni dalla nascita (1919-2019), la rappresentazione – anticipa il direttore della Scuola Superiore, Alberto Policriti - dà voce a uno scambio intenso e unico in cui Primo Levi risponde alle domande di un intervistatore informato e congeniale: gli racconta della sua vocazione scientifica, della sua vita di testimone del Lager, della sua esperienza come narratore e come tecnico di laboratorio».

Gli interpreti sono Miriam Russo e Alejandro Bonn, allievi diplomati della Civica Accademia D’Arte Drammatica “Nico Pepe” di Udine. Le opere citate sono: Primo Levi, Opere complete (a cura di Marco Belpoliti, voll. I, II, III, Torino, Einaudi 2016-2018); Primo Levi, Ad ora incerta (Garzanti, Milano 2019).

Sullo stesso tema

Lunedì 13 Giugno

Ultimi giorni della mostra “Qui si parla italiano, qui si saluta romanamente...”

Venerdì 17 giugno, alle 16, evento conclusivo a Palazzo di Toppo Wassermann a Udine

Martedì 31 Maggio

“Qui si parla italiano, qui si saluta romanamente...”

A Palazzo di Toppo Wasserman, a Udine, la mostra sulla storia e la memoria dei campi di concentramento fascisti

Lunedì 23 Maggio

Persecuzioni e discriminazioni degli anni ’30 e ‘40: tra storia e memoria; testimonianze e mostra all’Ateneo

Il 26 maggio, alle 9, a Palazzo Antonini, conferenza con due sopravvissuti ai campi di Arbe e Gonars; alle 12, la mostra a Palazzo di Toppo Wasserman