Prestigioso riconoscimento organizzato dal Comune di Gradisca d’Isonzo

Il Gran Premio Noè assegnato all’Università di Udine

Per il corso di laurea in Viticoltura ed Enologia

L’Università di Udine ha vinto l’edizione 2016 del Gran Premio Noé, riconoscimento promosso e organizzato dal Comune di Gradisca d’Isonzo (GO). Il premio è conferito da oltre cinquant’anni a personalità, produttori, tecnici, istituzioni, enti e consorzi che si sono distinti o hanno lavorato a favore del mondo del vino. 

L’Ateneo friulano è stato premiato per il suo corso di laurea in Viticoltura ed Enologia che rilascia il titolo di enologo. Istituito nel 1992 come diploma universitario, il corso è stato poi trasformato in laurea triennale. Attualmente è interateneo con l’Università di Trento e in collaborazione con la Fondazione Edmund Mach di San Michele all’Adige (Trento). 

Il corso ha fino a oggi diplomato e laureato più di 600 enologi che lavorano in Friuli Venezia Giulia, in molte altre regioni italiane e all’estero (Argentina, Brasile, Cile, Canada, Stati Uniti, Tailandia, Cina, ecc.). Caratteristica peculiare del corso è infatti la significativa attività internazionale, con accordi di doppio titolo stipulati con Argentina, Brasile e Germania. 

Il premio è stato ritirato, nella cerimonia svoltasi sabato 28 maggio, da Enrico Peterlunger, docente di viticoltura del corso, in sostituzione del coordinatore Roberto Zironi, e da Mara Lucia Stecchini, vicedirettrice del Dipartimento di scienze agroalimentari, ambientali e animali, in rappresentanza del rettore Alberto De Toni e del direttore del Dipartimento Paolo Ceccon. 

«Il corso – ha sottolineato Peterlunger durante le consegna del premio – sta incrementando il numero degli iscritti al primo anno, indice di un interesse per questo settore e per questa sede che trasmette contenuti professionali e di innovazione di punta per il settore».

Sullo stesso tema

Martedì 21 Dicembre

Svelata l’origine delle uve da vino europee: lo studio pubblicato su Nature Communications

Ricostruita la storia evolutiva delle varietà di vite e identificato il gene forse responsabile del passaggio della pianta da selvatica a coltivata

Mercoledì 3 Novembre

La viticoltura carsica alla luce dei cambiamenti climatici

Simposio scientifico-tecnico nell'ambito del Progetto Acquavitis

Lunedì 13 Settembre

Viticoltura sostenibile: al via lo studio di un regolamento intercomunale di polizia rurale

Sottoscritto l’accordo fra Ateneo e Coordinamento tra le Città del Vino FVG per l’avvio del progetto di ricerca applicata