Tre titoli italiani per il Cus Udine ai Campionati nazionali universitari 2016

Conquistate 9 medaglie: 3 ori, 2 argenti, 4 bronzi. Con i colori dell'Ateneo hanno partecipato 55 atleti in 9 discipline sportive

Ancora una volta CUS Udine e Università di Udine sugli scudi ai Campionati Nazionali Universitari. Bel bottino di medaglie per il CUS Udine anche nell’edizione 2016 dei Campionati Nazionali Universitari, svoltisi a Modena e Reggio Emilia nel periodo dall’11 al 19 giugno scorsi. La rappresentativa portacolori dell’Università di Udine e del CUS Udine raccoglie in totale 9 medaglie, tra cui 3 ori, 2 argenti e 4 bronzi. Sono stati complessivamente 55 gli atleti che hanno partecipato ai CNU sotto i colori dell’ateneo friulano, in 9 diverse discipline sportive (Atletica Leggera, Beach Volley, Judo, Karate, Pallavolo Femminile, Pallavolo Maschile, Pugilato, Rugby a 7, Tiro a Segno), hanno invece mancato di un soffio la qualificazione alle fasi finali le squadre di Calcio a 5 maschile e Pallacanestro maschile, fermate nell’ultimo turno eliminatorio. 

Partenza “col botto” nei dieci giorni di gare: sabato 11 giugno è già medaglia d’oro grazie a Nico Armanelli, che bissa il primo posto dell’anno scorso a Salsomaggiore e conquista la sua terza medaglia ai CNU (conquistò un argento nel 2014 a Milano) nel Karate specialità Kumite, categoria -94kg. L’atleta guidato dal maestro Sodero sbaraglia la concorrenza, sconfiggendo, nell’ordine, Giuseppe De Lucia (CUS Foro Italico), Simone Marino (CUS Firenze) e Natale Scarpitta (CUS Salerno). 

Lunedì 13 giugno si chiude la tre giorni di Pugilato a Reggio Emilia, e si chiude con la medaglia d’argento conquistata Luca Zanier, a destra, medaglia d’argento dall’esordiente Luca Zanier nei pesi Welter (69kg). L’atleta dell’Associazione Pugilistica Udinese, dopo aver superato Marco Balducci del CUS Bologna in semifinale, deve cedere in finale, con qualche rammarico, ad Antonio Carini del CUS Caserta, salendo comunque sul podio con un risultato di buon auspicio per le prossime edizioni! 

Lunedì è anche la giornata in cui prendono il via le competizioni di squadra: sfuggite all’ultimo, come detto, le qualificazioni per il Basket e il Calcio a 5, Modena e Reggio Emilia hanno accolto le due compagini udinesi di Pallavolo e quella del Rugby a 7. Le ragazze del volley di coach Castegnaro (assente all’ultimo momento per impegni professionali e guidate così da Caterina Di Marco), campionesse in carica dopo la splendida cavalcata di Salsomaggiore, trovano una partenza in salita a causa del ko per 1-2 contro il CUS Bergamo, ma la reazione non tarda ad arrivare: le vittorie per 3-0 al CUS Siena e 2-1 al CUS Torino regalano l’accesso alla semifinale. Le cussine pagano lo sforzo e devono arrendersi per 0-3 al CUS Milano, ma nella finalina regolano 3-1 il CUS Bologna e si confermano sul podio, conquistando la medaglia di bronzo! 

I ragazzi, invece, guidati da Paolo Mattia, alla loro seconda qualificazione consecutiva alle fasi finali, dopo il noviziato pagato un anno prima, sfoderano un girone in crescendo: dopo il netto ko 0-3 contro il CUS Parma, arrivano due entusiasmanti successi sul CUS Brescia (3-0) e sul CUS Torino (2-1), che consentono la conquista di una storica semifinale. L’avvio dei bianconeri nel match contro il CUS Milano è strepitoso: i meneghini vanno sotto per due set, ma escono alla distanza e riescono a conquistare la finale in un tiratissimo quinto set. L’amarezza dell’epilogo della semifinale e le fatiche della settimana presentano il conto il giorno dopo nella finalina: il CUS Parma riesce così a conquistare il podio  (3-1 il risultato finale), obbligando il CUS Udine a rilanciare la caccia alla medaglia alla prossima edizione. 

Tortuoso il cammino della rappresentativa di Rugby a 7 che, dopo aver conquistato brillantemente la qualificazione alla fase finale, arriva in Emilia con qualche sfortunata defezione di troppo, ma non si tira certamente indietro: i ragazzi di Lorenzo Genna vendono cara la pelle. Nella prima giornata di gare conquistano il successo sul CUS Catania (33-19), poi cedono contro CUS Bologna (7-38) e CUS Milano (0-27). Nella giornata conclusiva superano con una grande prestazione il CUS Roma (14-12) nello spareggio per l’accesso alla poule per le prime quattro posizioni, ma i ko contro CUS Milano (0-36), poi campione, e CUS Padova (10-15) lasciano il CUS Udine ai margini del podio, comunque in ulteriore crescendo rispetto alle precedenti edizioni dei CNU! 

A metà settimana è anche la volta del Tiro a Segno e anche in questo caso il podio si colora di bianconero: a conquistare la medaglia di bronzo è Eleonora Mazzocoli, nella Pistola 10 metri. L’atleta friulana nel girone finale deve cedere a Claudia Eleonora Mazzocoli, medaglia di bronzo (foto repertorio) Giada Andreutti, a sinistra, medaglia d’argento Serranò (CUS Roma) e Ilenia Marconi (CUS Tor Vergata). Nella stessa specialità Jasmine Copetti, dopo aver conquistato anche lei l’accesso alla finale, si è fermata al 7° posto. Nell’ultimo weekend dei CNU programma ancora ricco di gare, che sorride ai colori del CUS Udine: è il momento dell’Atletica Leggera con il suo ricchissimo programma, e il timbro dell’ateneo udinese non si fa attendere! Nonostante il venerdì 17, le soddisfazioni non mancano: nel Disco femminile Giada Andreutti, con la misura di 53.74 metri, conquista la medaglia d’argento (bis dopo quella dello scorso anno a Salsomaggiore) dietro a Natalina Capoferri del CUS Brescia e davanti a Maria Antonietta Basile del CUS Napoli; nei 100 metri maschili, invece, Alessandro Iurig arriva sul terzo gradino del podio, con il tempo di 10.81 a 6 centesimi da Marco Gianantoni del CUS Bologna e a soli 2 centesimi da Luca Antonio Cassano del CUS Bari. Lo stesso Alessandro Iurig ha poi concluso al 5° posto la gara dei 200 metri il giorno successivo, col tempo di 21.93.

Sabato 18 giugno, invece, la medaglia è quella più preziosa: Valerio Forgiarini nel Disco maschile sbaraglia la concorrenza e, con la misura di 53.45 metri, supera Stefano Culatina del CUS Milano e Andrei Galbura del CUS Parma, riscattando la beffa del quarto posto a Salsomaggiore nel 2015. Tra gli altri risultati della spedizione di Atletica Leggera spicca lo sfortunato piazzamento ai piedi del podio di Xhonaldo Shtylla, che, dopo aver vinto la propria batteria con il tempo di 14.84, non riesce a ripetersi in finale piazzandosi 4° con un crono di 14.96, sfiorando soltanto il podio. Gli altri partecipanti nell’Atletica Leggera: Sara Copetti 5° nel Martello con la misura di 51.15 metri, Anna Barlassina 5° nei 100 ostacoli con il tempo di 14.73, Ermanno Costantini 7° negli 800 metri con il tempo di 1:55.16, Francesco Nardone 8° nei 1500 metri con il tempo di 4:01.56 e il giorno successivo 12° nei 5000 metri con il tempo di 15:20.30. 

Ultimi impegni in calendario per Judo e Beach Volley: se in quest’ultima disciplina (promozionale) le coppie cussine (entrambe al femminile, Russo-Berasi e Gerussi-Stizzoli) non riescono ad arrivare alle fasi finali, nel Judo dopo una prima giornata sottotono, arrivano ancora soddisfazioni. Nelle competizioni maschili di sabato 18 giugno piazzamenti lontani dal podio per Antonio Dal Bianco (7° posto nei - 81kg), Boris Gubiani (11° nei -60kg), Gino Gianmarco Stefanel e Tomas Misson (17° nei -66kg), Giulio Tirel (17° nei -73kg). Tutt’altra “musica” nella giornata di domenica 19 giugno, ultimo giorno dei CNU: nelle competizioni femminili si arriva a un podio quasi interamente bianconero! Nella categoria -63kg, infatti, la medaglia d’oro va al collo di Elisa Cittaro, che in finale supera Samantha Fiandino del CUS Bologna, mentre la medaglia di bronzo va a Elena Battaiotto, che supera nello scontro “fratricida” Laura Scano. Nella categoria -70kg, invece, si ferma al 7° posto Ilaria Lunardo. 

Con il bottino di 3 ori, 2 argenti e 4 bronzi il CUS Udine e l’Università di Udine si confermano ai vertici dello sport universitario, ancora una volta con una posizione di spicco nel medagliere, ancor di più considerando dimensioni e numeri in gioco. L’impegno dell’Università di Udine e del CUS Udine nella partecipazione ai Campionati Nazionali Universitari, unita alle competenze e capacità di società, tecnici e dirigenti del territorio consente ormai costantemente nelle ultime edizioni di portare i colori dello sport universitario udinese alla ribalta nazionale. Gli studenti-atleti saranno festeggiati mercoledì 29 giugno prossimo alle ore 19.00, in un’apposita cerimonia presso il PalaCUS di via delle Scienze a Udine, alla presenza del Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Udine. Il medagliere completo e tutte le informazioni sull’evento sono disponibili sul sito ufficiale www.cnu2016.it.

Sullo stesso tema

Venerdì 3 Giugno

Il senso dello sport: valori, agonismo, inclusione

Convegno lunedì 6 giugno, alle 17, a Palazzo di Toppo Wasserman a Udine

Venerdì 18 Febbraio

Inaugurato il nuovo master che formerà manager delle aziende sportive

Partner l’Udinese Calcio, con il patrocinio del Coni Fvg e della Lega nazionale dilettanti della Federcalcio Fvg

Mercoledì 16 Febbraio

Amministrazione e gestione delle aziende sportive: l'ateneo inaugura il nuovo master

In collaborazione con il Coni Fvg, Federcalcio Lega Dilettanti e con il patrocinio di Udinese Calcio