Iniziativa promossa dal Comitato unico di garanzia per le pari opportunità con l’Ordine degli Avvocati di Udine

Cultura e formazione contro la violenza di genere: seminario e assegnazione del Premio “Gobbato”

Martedì 16 novembre nella ricorrenza della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne

Maddalena Valerio: Identita' nascosta
In occasione della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne il Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità – CUG (www.uniud.it/cug) dell’Università di Udine organizza un seminario informativo e formativo dal titolo “Cultura e formazione versus violenza di genere”. L’obiettivo è promuovere la cultura dell’eguaglianza di genere e il rispetto delle diversità e per contrastare gli stereotipi, i pregiudizi e la violenza. In questo contesto, al termine del seminario, si terrà la cerimonia di conferimento del Premio di Laurea in memoria di Silvia Gobbato, praticante avvocata, laureata all’Università di Udine, assassinata nel 2013 a Udine, mentre correva nel Parco del Cormor. L’appuntamento è per martedì 16 novembre dalle ore 15.30. L’evento si potrà seguire online in diretta all’indirizzo https://bit.ly/live16nov. La registrazione sarà successivamente resa disponibile sul canale YouTube “Play Uniud” dell’Ateneo.

«Ancora una volta, in occasione della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne – sottolinea il rettore Roberto Pinton - l’Università di Udine, con la preziosa collaborazione dell’Ordine degli Avvocati di Udine, si fa promotrice di una iniziativa di trasferimento della conoscenza per diffondere i valori fondamentali a cui il nostro Ateneo si ispira: la lotta alle discriminazioni, le pari opportunità e l’inclusione. La Costituzione italiana all’articolo 3 sancisce il principio di eguaglianza e su questo dobbiamo costruire la nostra azione quotidiana, tramite la scienza e la conoscenza che contribuiscono a liberarci da pregiudizi e ignoranza».

«Al seminario porteranno i saluti i rappresentanti delle istituzioni che ogni giorno sono in prima linea per combattere la violenza - sottolinea Valeria Filì, delegata del Rettore per le pari opportunità e Presidente del CUG -: il presidente dell’Ordine degli Avvocati, Massimo Zanetti, il prefetto di Udine, Massimo Marchesiello, il presidente del Tribunale di Udine, Paolo Corder, la procuratrice della Repubblica, Claudia Danelon, il questore di Udine, Manuela De Bernardin Stadoan, l’avvocata Rosi Toffano per la Commissione regionale per le pari opportunità».

«Gli interventi partiranno dalla lectio magistralis di Paola Di Nicola Travaglini, giudice del Tribunale di Roma e consulente giuridica della Commissione sul femminicidio e su ogni forma di violenza di genere del Senato della Repubblica, per proseguire - spiega Francesco Bilotta, componente del CUG e docente del Dipartimento di Scienze giuridiche - con esperienze più vicine al territorio, come quelle che ci esporranno il vice questore Massimiliano Ortolan, capo della Squadra mobile di Udine, l’avvocata Pina Rifiorati, presidente del Comitato Pari Opportunità dell’Ordine degli Avvocati di Udine, e Lorenza Driul, direttrice della Clinica Ostetrica e Ginecologica dell’Azienda sanitaria universitaria Friuli centrale (ASUFC)».

Al termine degli interventi, si terrà la cerimonia di conferimento del Premio di Laurea in memoria di Silvia Gobbato che, come ricorda la presidente della Commissione di valutazione delle tesi di laurea e componente del CUG, Maria Cristina Nicoli «è stata una nostra studentessa, si è laureata in Giurisprudenza nel nostro Ateneo e aveva il sogno di diventare avvocata. Il suo sogno, come la sua vita, sono stati spezzati con violenza nel 2013 e oggi, ancora una volta, vogliamo ricordarla con questo Premio di laurea, ormai nella sua quinta edizione».

«Per la seconda volta – ricorda Francesco Bilotta - il premio è finanziato dall’Ordine degli Avvocati di Udine, a cui Silvia era iscritta come praticante prima di essere assassinata nell’imminenza di sostenere l’esame di abilitazione».

La Commissione, composta dai docenti Nicoli e Bilotta e dall’avvocata Pina Rifiorati ha attribuito il premio a Marcella Casola che ha presentato una tesi dal titolo Molestie nei luoghi di lavoro e dignità della persona. Teoria e prassi. Sono state, inoltre, conferite due menzioni per le tesi di Irene Urbani, Amore criminale. Analisi antropologica del femminicidio in Italia, tra stereotipi di genere e comunicazione mediatica, e di Matteo Guiana, Tradurre con TED gli studi di genere: proposta di sottotitolazione di due seminari.

Sullo stesso tema

Venerdì 10 Giugno

Undici argentini di origini friulane al corso “valori identitari e imprenditorialità”

Lunedì 13, alle 10, a Palazzo Florio, inaugurazione del percorso formativo su identità, lingua e cultura italiana e friulana, conoscenza culturale ed economica del territorio

Giovedì 9 Giugno

Vent’anni di Scienze dell’architettura a Udine: summer school dedicata a Palladio

Il 13 e 14 giugno focus con studiosi internazionali sulle nuove frontiere dell’architettura tra digitalizzazione, realtà virtuale e aumentata. Quest’anno il corso ha aumentato gli immatricolati del 36%