Webinar online giovedì 20 maggio alle 16.30

Studio della filosofia nei Licei: come incide nel pensiero dei ragazzi e nei loro rapporti?

Presentazione della ricerca condotta in 5 licei di Udine, nell’ambito dei progetti di particolare interesse per il territorio sostenuti dalla Regione FVG

Che incidenza hanno l’insegnamento e l’apprendimento della filosofia nell’esperienza delle ragazze e dei ragazzi del liceo, e in che modo l’incontro con la filosofia può approfondire e trasformare le loro relazioni con gli altri, nonché i loro modi di pensare e di ragionare? A questa domanda intende rispondere il webinar La filosofia, la scuola, la vita. L’insegnamento filosofico e le relazioni con gli altri. Un’indagine fenomenologica, in programma online giovedì 20 maggio dalle 16.30 alle 19 sulla piattaforma Teams.

Saranno presentati e discussi i risultati di una ricerca condotta dall’Università di Udine presso i licei del capoluogo friulano, in collaborazione con la Società Filosofica Italiana (sezione Friuli Venezia Giulia). Lo studio è stato realizzato grazie al sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia, nell’ambito del finanziamento di assegni di ricerca su legge regionale 34/2015 per ricerche di ambito umanistico e delle scienze sociali di particolare interesse per il territorio.

L’incontro sarà successivamente reso disponibile anche su “Play Uniud”, il canale YouTube dell’Università di Udine dedicato alla divulgazione scientifica e sul sito dell’Ateneo.

«Il webinar – anticipa Brunello Lotti, docente di Storia della filosofia all’Università di Udine e referente scientifico della ricerca - sarà un’occasione di dialogo tra docenti e studenti, liceali e universitari, per comprendere che la riflessione filosofica non è un’inutile astrusità, ma è o può essere teoria critica, scienza rigorosa e impulso di formazione e trasformazione dell’esistenza».

Il webinar sarà introdotto dai saluti istituzionali di Alessandro Gasparetto, delegato alla Ricerca, e Antonella Riem, direttrice del dipartimento di Lingue e letterature, comunicazione, formazione e società (DILL) dell’Università di Udine. I lavori saranno presieduti e coordinati da Brunello Lotti, e introdotti dalla relazione di Floriana Giuseppina Maria Ferro, assegnista di ricerca del DILL che ha condotto l’indagine presso le scuole.

Seguirà una tavola rotonda coordinata da Beatrice Bonato, presidente della Società Filosofica Italiana - Sezione Friuli Venezia Giulia e tutor esterno dell’assegnista di ricerca. Con Brunello Lotti, coordinatore del progetto, vi parteciperanno, per ognuno dei cinque licei udinesi coinvolti nel progetto, il docente referente e uno studente, e il dirigente della scuola. Le conclusioni saranno affidate ad Alessandro Gasparetto, delegato alla Ricerca dell’Università di Udine.

Saranno presenti per il Liceo scientifico “N. Copernico” il docente referente Paolo Vianello, la studentessa Ada Visentini, la dirigente Marina Bosari; per il Liceo scientifico “G. Marinelli” la docente referente Fiammetta Bonsignore, la studentessa Giulia Martinis, il dirigente Stefano Stefanel; per il Liceo classico “J. Stellini” la docente referente Chiara Fragiacomo, la studentessa Rebecca Trevisano, il dirigente Luca Gervasutti; per il Liceo statale “C. Percoto” la docente referente Patrizia Giachin, la studentessa Febe Maria Volini, la dirigente Gabriella Zanocco; per il Liceo statale “L. Uccellis” il docente referente Fulvio Luzzi Conti, la studentessa Beatrice Maiaroli, la dirigente Anna Zilli.

«La studentessa e lo studente liceale incontrano per la prima volta, al terzo anno del loro percorso formativo, una materia che non hanno mai conosciuto prima: la filosofia. Come tutte le discipline – dice Brunello Lotti -, anche la filosofia ha i suoi manuali, i suoi testi, la sua terminologia, i suoi metodi di studio, che richiedono un apprendimento graduale e impegnativo. Eppure, nei contenuti di questa nuova materia studentesse e studenti possono riconoscere questioni che forse erano già comparse nella loro esperienza e riflessione, in maniera più o meno occasionale o coinvolgente; questioni che riguardano il loro “essere nel mondo”, il loro “essere con gli altri”, l’intreccio tra cose, fatti, persone nel quale si svolge, di necessità, la loro vita quotidiana».

Sullo stesso tema

Venerdì 10 Giugno

Undici argentini di origini friulane al corso “valori identitari e imprenditorialità”

Lunedì 13, alle 10, a Palazzo Florio, inaugurazione del percorso formativo su identità, lingua e cultura italiana e friulana, conoscenza culturale ed economica del territorio

Giovedì 9 Giugno

Vent’anni di Scienze dell’architettura a Udine: summer school dedicata a Palladio

Il 13 e 14 giugno focus con studiosi internazionali sulle nuove frontiere dell’architettura tra digitalizzazione, realtà virtuale e aumentata. Quest’anno il corso ha aumentato gli immatricolati del 36%